Menu

Su e giù per lo Stivale a colpi di coriandoli carnevale 2017

 Una carrellata di manifestazioni scelte per voi per vivere un fantastico Carnevale!

di Cristiano Fabris

A differenza dello scorso anno, il 2017 ci regala un Carnevale molto esteso. Avremmo tutto il mese di febbraio per vivere, “la battaglia delle arance” a Ivrea (To), una giornata insieme alla Famiglia Addams nel castello del Lago di Bracciano, la sfilata dei carri a Viareggio (LU), le numerose feste a Venezia, i balli medievali a Castel San Pietro Terme (BO) oppure vestire i panni di un’altra persona al Carnevale di Saint Eraclio a Foligno e aiutare le persone vittime del sisma che ha colpito e sta colpendo ancora ora, il cuore del nostro Bel Paese. Sono soltanto alcune anticipazioni dei Carnevali che abbiamo scelto per voi, per farvi vivere il periodo dell'anno più pazzo e festaiolo.
D’altronde come dicevano i latini “SEMEL IN ANNO LICET INSANIRE” ovvero è lecito impazzire una volta all’anno, perciò a voi la scelta tra tradizione, storia, divertimento e buona cucina. L’imperativo su tutto è portare a casa uno sorriso, perché si sa che “a Carnevale ogni scherzo vale!”

Castel San Pietro Terme (BO)

Il Carnevale di Castel San Pietro Terme, richiama ogni anno quasi tremila persone, nel Borgo alla Montagnola per assistere alla colorata e chiassosa sfilata dei carri allegorici nell’unica Città Slow della Provincia. Giunto alla sua 13esima edizione, quest’anno il tema sarà il Medioevo in tutte le sue forme. Draghi, elfi, fate, gnomi e folletti e ancora fattucchiere capaci di trasformare con una formula magica incauti avventurieri in ranocchi si muoveranno tra case di legno e mattoni d'argilla, tetti di paglia e finestrelle dai vetri spessi e colorati. Tanti i mestieri ormai dimenticati come il maniscalco, lo spadaio, lo speziale, il cartomante, il tintore saranno oggetto di questo Carnevale. Per sostare vi consigliamo l’area di sosta attrezzata, presso l’Ospedale e situata in Via Oriani. Se poi volete trascorrere laLocandina Addams Carnevale 2017 200s serata in pieno relax, a 15 km trovate il Villaggio della Salute Più (scopri di più - clicca QUI) in grado di offrirvi l’area attrezzata adiacente al Centro Termale.

Lago di Bracciano (Roma)

Chi non ricorda la spettrale e ironica “Famiglia Addams”? Zio Fester e la sua lampadina che si accendeva quando la metteva in bocca, la mano di Morticia che arriva scivolando sulle dita e il maggiordomo Lurch che non sorrideva mai...questi sono solo alcuni dei personaggi che incontrerete al Carnevale del Castello Di Bracciano. Si svolgerà dal 12 al 26 febbraio e sarà un’occasione per una visita speciale con personaggi e spettacolo finale nell'interno del castello Odescalchi di Bracciano. Stravaganti vicende verranno raccontate a grandi e piccini che avranno il coraggio di seguire le folli avventure degli Addams, tra le magnifiche sale del famoso maniero. Per maggiori informazioni: www.teatrohelios.it
Per sostare c’è l’area attrezzata Le Mimose immersa nel verde e aperta tutto l’anno.

Ivrea (Torino)

Lo Storico Carnevale di Ivrea è un evento unico, riconosciuto come manifestazione italiana di rilevanza internazionale. Lo spirito vive nella rievocazione di un episodio di affrancamento dalla tirannide, che si fa risalire al medioevo. Un barone che affamava la città venne scacciato grazie alla ribellione della figlia di un mugnaio che non volle sottostare allo “jus primae noctis” ovvero al “diritto della prima notte" in cui un signore feudale trascorre, in occasione del matrimonio di un proprio servo, la prima notte di nozze con la sposa. L’eroina della festa è quindi lei: la Mugnaia. Al suo fianco il Generale, che fin dai primi anni dell’800 ha il compito di garantire un corretto svolgimento della manifestazione, insieme al suo Stato Maggiore Napoleonico, composto da valenti Ufficiali a cavallo e graziose Vivandiere. Completano la galleria dei personaggi storici il Sostituto Gran Cancelliere, il Magnifico Podestà garante della libertà cittadina, il Corteo con le Bandiere dei Rioni rappresentati dagli Abbà ed i Pifferi e Tamburi. A riempire di colori e profumi la città, vi è poi la famosa e spettacolare Battaglia delle Arance che quest’anno si svolge il 26 febbraio, dove il popolo, rappresentato dagli aranceri a piedi sprovvisti di qualsiasi protezione, combatte a colpi di arance contro le armate del Feudatario, rappresentate da tiratori su carri trainati da cavalli, che indossano protezioni e maschere che ricordano le antiche armature. In segno di partecipazione alla festa tutti i cittadini ed i visitatori, a partire dal Giovedì Grasso, scendono in strada indossando il Berretto Frigio, un cappello rosso a forma di calza che rappresenta l’adesione ideale alla rivolta e quindi l’aspirazione alla libertà, come fu per i protagonisti della Rivoluzione Francese. Per sostare l’amministrazione ha messo a disposizione l’area non attrezzata situata in via Circonvallazione (Area Mercato), a pochi passi dal centro storico e dai luoghi in cui si svolgono le manifestazioni.

carnevale viareggio 2017 200sViareggio (LU)

Il Carnevale di Viareggio affonda le sue origini nel 1873, quando la prima sfilata di carrozze addobbate a festa nella storica Via Regia, animarono il cuore della città . Da allora la fama del Corso Mascherato di Viareggio è cresciuta di pari passo con la crescita delle dimensioni dei carri allegorici. Inno ufficiale dell’evento è la canzone "Coppa di Champagne” del 1921, ma la magia dei personaggi in cartapesta, arrivò nel 1923 quando il primo a sbattere le palpebre fu il malinconico Pierrot del Giampieri. Simbolo del Carnevale di Viareggio è Burlamacco, ideato da Uberto Bonetti nel 1930, veste i colori bianco e rosso, tipico degli ombrelloni delle spiagge anni 30 della riviera. Oggi il Carnevale di Viareggio è una vera parata di ospiti illustri, di politici, di personaggi dello sport e dello spettacolo a cui si affiancano feste diurne e notturne, con sfilate di carri mastodontici, feste rionali, veglioni in maschera e rassegne di ogni genere.
Per sostare:
- parcheggi riservati ai camperisti con indicazioni in loco
- area camper a Lido di Camaiore (Park Camper Kennedy)
- pacchetti turistici da Carrara Fiere - clicca QUI
- raduno camper organizzato dal Versilia Camper Club - clicca QUI
-
 
area attrezzata per camper e caravan Il Serchio a Lucca - clicca QUI

Foligno (PG)

Giunto alla 56esima edizione il Carnevale di Sant’Eraclio si svolge a Foligno, tra sfilate di carri allegorici in cartapesta accompagnati da centinaia di maschere. In questo carnevale, si festeggia il ribaltamento del normale svolgersi della vita: tutti possono trasformarsi, si può provare ad impersonare chi si vorrebbe essere oppure è un modo per dismettere i propri panni, e con questi, le frustrazioni della vita quotidiana. Ma il “Carnevale dei Ragazzi” a Sant’Eraclio non è solo ironia, sarcasmo. Con l’Iniziativa del Cuore, si raccolgono indumenti e fondi per le persone vittime del sisma che ha colpito e continua a colpire il centro del nostro Paese. Una gara di solidarietà che ha coinvolto sin dalle settimane passate, “mastri cartapestai” del Carnevale, i cittadini di Sant’Eraclio e i commercianti. Per soggiornare vi suggeriamo l’area di sosta in Via Fratelli Bandiera, ma se dopo il divertimento, volete trascorrere una giornata in pieno relax vi consigliamo le Terme Francescane Village, situate a Spello (PG) a 11 chilometri da Foligno. Unico centro termale situato nel cuore dell'Umbria, accoglie anche i camperisti grazie all'area attrezzata riservata alla sosta dei camper.

Venezia

Il Carnevale di Venezia non è un semplice Carnevale, ma una manifestazione elegante e suggestiva, che affonda le sue radici nell’antichità (se ne parla sin dal 1094), tanto da essere annoverato tra i Carnevali più famosi e apprezzati al mondo. Teatro dell’evento è la laguna di Venezia che con i suoi ponti e i magnifici palazzi, ospita decine di feste e balli in maschera, eventi, sfilate con costumi ricercati. Quest’anno saranno 18 i giorni di festa legati al Carnevale: da sabato 11 febbraio (il sabato precedente a Giovedì Grasso) al 28 febbraio, in cui si festeggia Martedì Grasso. Ad aprire ufficialmente i festeggiamenti sarà come sempre il Volo dell’Angelo (19 febbraio), per poi proseguire con la Ballata delle Maschere con “Il Taglio della Testa al Toro” (23 febbraio). Per vivere tutti gli eventi, vi consigliamo l’Area Attrezzata VCP - Venice Camper Parking, situata in una posizione strategica e sicura per sostare. L'area è di recente apertura, 20 marzo 2016, offre servizi per il camperista moderni ed efficienti.

Il Carnevale Figli di BoccoManifesto2017 200s

Il Carnevale di Castiglion Fibocchi (AR) è un spettacolo dallo stile unico. Duecento maschere, con costumi dei più vari, fantasiosi e variopinti, colorano le stradine, vicoli e piazzette dell’antico borgo di Castiglion Fibocchi che si trova sull’antica direttrice romana Cassia Vetus. Per scoprirne le origini, occorre compiere un passo indietro a quando Bocco, da cui l’attuale nome del paese Fibocchi, era il soprannome di Ottaviano Pazzi, signore del paese in epoca medievale. La tradizione racconta che negli anni di Bocco, durante i giorni di carnevale, la popolazione per onorare il suo signore si ritrovasse nelle strade e piazze del borgo per momenti di festa e danza. Da qui nasce l’elegante carnevale "I Figli di Bocco" che per il suo stile si potrebbe definire "un piccolo Carnevale di Venezia in terra di Arezzo".
Per sostare sono disponibili i parcheggi cittadini oppure appena a 5 km a Talla (AR), vi consigliamo l’agricampeggio “Fattoria il Ginepro” che non solo offre un’area attrezzata, ma anche l’occasione conoscere gli animali della fattoria da vicino e per chi desidera anche fare una passeggiata a cavallo.

Carnevale di Cento

Il Carnevale di Cento si svolge nell'omonima cittadina, in provincia di Ferrara e ha origini molto antiche. A testimonianza di ciò, un affresco del 1615 del pittore centese Gian Francesco Barbieri, detto il Guercino, in cui è rappresentato “il Berlingaccio”, una maschera locale, durante una festa offerta al popolo nel giovedì grasso dal Magistrato cittadino nel palazzo comunale. Pur mantenendo le sue origini, l’evento dal 1993 si è trasformato in un importantissima manifestazione, grazie al gemellaggio con il Carnevale di Rio de Janeiro che ha permette ogni anno a Cento di sfilare con un proprio carro allegorico al Sambodromo della città brasiliana. Se decidete di assistere al Carnevale di Cento, considerate che le sfilate dei carri iniziano nel primo pomeriggio e attraversano più volte il centro storico accompagnati da musicanti e figuranti in maschera impegnati in colorate coreografie, mentre il Patron del Carnevale presenta la manifestazione da Piazza Guercino. Tra le caratteristiche di questo carnevale c'è anche il lancio di gonfiabili e peluches dai carri verso gli spettatori, il cosiddetto “gettito”. Il Carnevale si svolge quest’anno in queste date: 12,19,26 febbraio e 5 e 12 marzo. Quest’ultima domenica avverrà la proclamazione della classifica e la premiazione della società che ha creato il carro, i costumi, l'animazione e la musica più bella, ma anche il “gettito” meglio riuscito.
All'ultima parata segue tradizionalmente il rogo della maschera locale “Tasi", accompagnato da uno spettacolo pirotecnico; prima che la maschera venga bruciata, Tasi legge un testamento nel dialetto locale, in cui lascia i suoi averi ai personaggi più noti alla cittadinanza.
Un luogo ideale per sostare è l’area sosta sita in Piazzale Fratelli Govoni 7 che è completa di camper service.

Carnevale di Crema

A Crema (CR) arriva il Gran Carnevale Cremasco 2017 e si svolge nelle seguenti domeniche: 12 Febbraio,19 Febbraio, 26 Febbraio, 5 Marzo 2017. Si tratta di un vero e proprio Galà del carnevale, con gruppi mascherati musicali e folk, concerti, sfilata di carri allegorici che quest’anno avranno come tema l’antica Roma, un incontro amoroso a sorpresa e la parodia del mondo del Burlesque. Naturalmente non mancheranno i famosi Mercatini del Carnevale.
Si può sostare in due differenti aree attrezzate cittadine: quella in Via Giardino e quella in Via Capergnanica angolo Via Crespi.

logo carnevale santhia 200sCarnevale di Santhià (VC)

A Santhià il Carnevale si festeggia dalla notte dei tempi. Lo storico santhiatese Aguzzi, nei suoi libri riporta ampi stralci di un documento del 1318, purtroppo ormai perduto, in cui era citata l'Abbadia, una sorta di associazione giovanile laica che si occupava di organizzare balli e festeggiamenti carnevaleschi. Ricchissimo il programma di appuntamenti, tra le sfilate di maschere, i dolci, la musica e i Gran Balli e Veglioni alla sera. Immancabile la Colossale Fagiulata e i Giochi di Gianduja A fine febbraio avverrà il consueto Rogo del Babaciu in piazza Roma e al 23 aprile la Sfilata di Primavera.
In concomitanza al carnevale, è organizzato un raduno per camper, perciò il servizio di accoglienza è gestito da un gruppo di camperisti santhiatesi e dalla Compagnia dell’Ottimismo. Potrete sostare nell’ampio piazzale attrezzato di carico/scarico.
Per maggiori informazioni - clicca QUI

Carnevale di Fano (PU)

Secondo solo a quello di Venezia in fatto di origini, il Carnevale di Fano risale al 1347. La leggenda narra che sia nato dalla riconciliazione di due importanti famiglie Fanesi dell'epoca, i "Dal Cassero" e i "Da Carignano". Viene festeggiato con carri allegorici, maschere e costumi e alla fine dei festeggiamenti con fuochi d'artificio. Imperdibili sono, il Getto, ovvero il lancio di quintali di dolciumi dai carri allegorici, la Musica Arabita, un gruppo di musicisti che oltre ai normali strumenti utilizza oggetti di vario genere per produrre la musica e le sfilate dei carri, imponenti costruzioni di cartapesta e gommapiuma alte sino a 16 metri e che percorrono circa 2 km. L’appuntamento è per il 12,19 e 26 febbraio. Per sostare, la città di Fano metterà a disposizione due aree di sosta:
a) area sosta Kennedy - in viale Kennedy dove il centro storico è raggiungibile con una passeggiata di pochi minuti, invece i primi negozi di alimentari ed altro si trovano poco meno di 300 metri. Possiede un camper service molto semplice a pozzetto ed una fontanella dell’acqua per i rifornimenti idrici.
b) Parcheggio camper situato in Via dello Scalo presso parcheggio Sport Park (zona mare), anche in questo caso il centro storico è raggiungibile con una passeggiata di pochi minuti, invece i primi negozi di alimentari ed altro si trovano nelle immediate vicinanze.

Carnevale di Putignano (BA)Fondazione Carnevale LOGO 200s

Il Carnevale di Putignano è uno dei Carnevali storici più belli d'Italia ma soprattutto il più lungo in assoluto perché inizia il 26 Dicembre. Le sue origini sono da ricercarsi nel 26 dicembre 1394 quando le reliquie, di Santo Stefano Protomartire, vengono traslate nella chiesa di Santa Maria la Greca, lì, dove tutt’oggi sono ancora custodite. Secondo la leggenda, tramandata dalla tradizione orale, vuole che i contadini di Putignano impegnati nell’innesto delle viti con la tecnica della propaggine, al passaggio della processione abbandonassero campi e lavoro per accodarsi festanti al corteo, ballando, cantando e improvvisando versi satirici in vernacolo. Nacque la Festa delle Propaggini, quella che da 622 anni ogni 26 dicembre segna l’inizio del Carnevale. Da questo momento momento l’avvicendarsi delle settimane è segnato dalla centralità dei giovedì: di giovedì in giovedì, di tradizione in tradizione, di carro in carro, si arriva al martedì grasso, giorno di chiusura del Carnevale e del gran finale in notturna. I 365 rintocchi della Campana dei Maccheroni scandiscono ufficialmente la fine dei bagordi e l’inizio della Quaresima. Per sostare l’organizzazione ha destinato un’area parcheggio. QUI maggiori informazioni.

Carnevale di Aci Reale (CT)

carnevale acireale 200sIl Carnevale di Acireale è senza dubbio uno dei più belli e colorati carnevali della Sicilia. L’edizione del 2017 si svolgerà il 18 e 19 e dal 23 al 28 febbraio con carri allegorici, sfilate di gruppi mascherati e spettacoli. Un teatro delle meraviglie in cui troverete, maschere, coriandoli, luci, fiori, musica e soprattutto tanto calore umano. La cornice dell’evento saranno le vie e piazze del centro storico di Acireale, dove gli artigiani acesi esprimeranno la loro fantasia con carri e maschere. Vi accorgerete che assistere alle sfilate è come sfogliare una rivista di argomenti vari, sempre trattati con molta allegoria e tanta satira, tanto da far sì che anche i problemi più seri possano generare un sorriso, diventando nel contempo oggetto di riflessione.
Per sostare potete fermarvi a 3 km da Acireale nell’area attrezzata Camper House in Via Donatello Aci Sant’Antonio (CT) tel. 095789137
Per maggiori dettagli - clicca QUI

Carnevale di Mamoiada (NU)

A Mamoiada, paese del centro della Barbagia, situato a poca distanza dal massiccio del Gennargentu e dal Supramonte di Orgosolo, è il teatro di uno dei più celebri eventi del folclore sardo. Le maschere tradizionali di questo carnevale sono i Mamuthones e gli Issohadores. I primi, vestiti di pelli ovine, indossano una maschera nera di legno d'ontano o pero selvatico, dall'espressione sofferente o impassibile; sulla schiena portano "sa carriga", campanacci dal peso di circa 30 kg, legati con cinghie di cuoio, mentre al collo portano delle campanelle più piccole. Gli Issohadores indossano una camicia di lino, una giubba rossa, calzoni bianchi, uno scialle femminile, a tracolla portano sonagli d'ottone e di bronzo; alcuni portano una maschera antropomorfa bianca. Un rito molto sentito del carnevale è la vestizione dei Mamuthones, compiuta da due persone. Dopo la vestizione i Mamuthones sfilano in gruppi di dodici, rappresentando i mesi dell'anno, guidati dagli Isshoadores che sfilano (ripetizione – lo toglierei) in gruppi di otto e danzano eseguendo passi di notevole difficoltà che devono essere imparati da bambini. Punta della manifestazione è la sfilata dei Mamuthones e degli Isshoadores: una vera e propria cerimonia solenne, ordinata come una processione. I Mamuthones, disposti in due file parallele, fiancheggiati dagli Issohadores, si muovono molto lentamente curvi sotto il peso dei campanacci e con un ritmo scandito dagli Issohadores, dando un colpo di spalla per scuotere e far suonare tutti i campanacci. Gli Issohadores si muovono con passi più agili e all'improvviso lanciano la loro fune, sa soha, per catturare qualcuno degli astanti: i prigionieri per liberarsi dovranno offrire loro da bere. Le maschere fanno la loro apparizione in occasione della festa di Sant'Antonio tra il 16 e il 17 gennaio poi la domenica di carnevale e il martedì grasso.
Per conoscere le date dell’edizione 2017 - clicca QUI
Infine per sostare in camper c’è a disposizione l'area dell'ex-campo sportivo oppure a 5 km a Orgosolo l’Agricampeggio Supramonte.

ballerini2 200sCarnevale Bagosso (BS)

Non molto conosciuto, il Carnevale di Bagolino (BS) è la piena espressione di quanto una manifestazione possa essere il vero collante per la comunità. Il lunedì e martedì grassi, i balarì - i ballerini e suonatori - si muovono per le vie del borgo. Non perdetevi lo spettacolo dei loro movimenti ammirando i ricchissimi costumi tradizionali, soprattutto i cappelli rossi su cui vengono cuciti metri di nastri colorati e poi spille, anelli, collane. L’altro aspetto folkloristico del Carnevale bagosso sono i maschèr che, travestiti da vecchi, si divertono a fare scherzi senza farsi riconoscere. L’edizione del 2017 si svolgerà il 26, 27 e 28 febbraio.
Per sostare e raggiungere l’evento a piedi, vi consigliamo l’Area Attrezzata CAFAR CAMPSIDE - Via dei quadri - Ponte Caffaro - Bagolino

Satriano (PZ)

Ed eccoci arrivati all’ultimo carnevale che vi suggeriamo di vivere e siamo sicuri nell’affermare che non c'è altro Carnevale simile, in Italia. Si svolge a Satriano, paesino del parco nazionale dell'Appennino lucano, dove da secoli le persone si vestono da alberi. Completamente ricoperte di edera, la domenica precedente il martedì grasso escono dal bosco e bussano alle porte delle case, annunciando la primavera che viene. Uno spettacolo vederle aggirarsi per il paese, che da qualche tempo ha fatto del Carnevale dei Rumita (così è denominata la maschera, da "eremita") un evento green: nei bar si usa materiale biodegradabile, i prodotti sono a chilometro zero, vengono piantati alberi e così via. Il programma nel dettaglio prevede nel pomeriggio di sabato 25 Febbraio la sfilata allegorica con le maschere tradizionali dell’Orso, della Quaresima, del corteo nuziale del Matrimonio con lo scambio dei ruoli e dei carri ecologici non motorizzati. Domenica 26 Febbraio è il giorno del Rumita. Dalle prime luci dell’alba alcuni uomini albero, spontaneamente, usciranno dal bosco coperti di edera e andranno di casa in casa a lasciare un buon auspicio in cambio di un dono. Nel pomeriggio è previsto l’appuntamento imperdibile con la Foresta che cammina che, partendo dal Bosco Spera, colorerà di verde le strade del paese.
Per sostare potrete fermarvi nell'area camper comunale, dotata di carico e scarico acqua e WiFi gratuito, dista circa 300 metri dall'ingresso del paese e si trova in Via Sant'Andrea.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

button restiamo in contatto newsletter

GRATIS PER TE

la guida utile
"COME SCEGLIERE IL CAMPER"

Seguici su

facebook twitter you tube google instagram

button gallery

button calendario

button meteo

button restiamo in contatto newsletter

GRATIS PER TE

la guida utile
"COME SCEGLIERE IL CAMPER"

SEI UN'AZIENDA? CLICCA QUAbutton vacanzelandia solutions attivita

progettare area attrezzata camper

button restiamo in contatto newsletter

button vacanzelandia solutions attivita

Vai all'inizio della pagina