Menu

Diario di viaggio in camper: Spagna del Nord e Portogallo
- estate 2016 -

collage portogallo

 

Ecco il diario di viaggio in camper di Denis e Alessia, accompagnati dall'inseparabile mascotte Margò, in Spagna e Portogallo. La prima parte dell'itinerario alla scoperta della Spagna del Nord, nel Principato delle Asturie, tappa a Santiago de Compostela per poi proseguire in Portogallo visitando angoli suggestivi, città di grande fascino e paesaggi di rara bellezza, il rientro con tappe in città della Comunità Autonoma di Castiglia e León e della Meseta settentrionale.

Camper: Giottiline mod. Therry 31
Membri dell'equipaggio: Denis il pilota, Alessia la cuoca nonché la navigatrice, Margò la mascotte (animaletto a quattro zampe)
Percorso: Km: 7015

05/08/2016

Partenza da Bologna ore 19.00 percorriamo l'autostrada in direzione Milano e poi a Piacenza andiamo sulla A21 fino un po' prima dell'uscita di Asti, ci fermiamo per cenare e dormire in autogrill, risultato silenzioso.

06/08/2016

Accendiamo il nostro Therry alle ore 8,00 in direzione Cuneo poi percorrendo la valle Stura arriviamo al confine con la Francia. Una pausa per sgranchirsi le gambe e via fino a Sisteron poi in autostrada fino Arles. Usciti dall' autostrada puntiamo la prua verso Aigues Mortes (F). Arriviamo in serata e visitiamo il paesino fortificato molto gradevole, con tanti localini dove poter mangiare e sorseggiare un buon vino del posto. All'esterno vi sono le saline e un piccolo porticciolo.
Parcheggio segnalato bene un po' polveroso a 15,30 euro da 12 a 24 ore. (N 43.33569 E 4.11451) Boulevard Diderot con carico e scarico ma senza corrente.

Aigues Mortes

07/08/2016

Dopo la sveglia ci prepariamo e andiamo verso Lourdes (F) prendiamo l'autostrada vicino a Montpellier direzione Toulouse poi, decidiamo di fare un po' di strada statale per vedere qualche paese caratteristico. Lungo la statale abbiamo visto un bellissimo castello quindi abbiamo parcheggiato a Saint-Élix-le-Château per poter fare qualche foto. Non entriamo in autostrada e prendiamo la D817 verso Lourdes per vedere qualche paesino tipo St.Martory, St. Gaudens e la Abbazia Saint-Bertrand-de-Comminges. Arrivo in serata a Lourdes al parcheggio con tutti servizi Le Veux Berger (N43.10444 W0,03311) Route de Julos ottimo con stalli separati, corrente elettrica, carico e scarico, utilizzo dei sanitari del camping euro 14,44. Visita alla cattedrale in serata anche se è chiusa, ma molto suggestiva.

lourdes

08/08/2016

La mattina sveglia presto per poter entrare al luogo di culto, dopo aver fatto colazione con le biciclette andiamo verso la chiesa. Arrivati fuori dai cancelli parcheggiamo le biciclette e proseguiamo a piedi prima la grotta poi la chiesa e poi la cripta, tutto molto toccante per la miriade di fedeli che pregano e prendono di continuo l'acqua benedetta. Partenza verso Pau (F) e poi l'autostrada verso Biarritz (F). Abbiamo fatto la costa dal lungomare della città molto bella ma la strada è un po' stretta per i nostri mezzi, soprattutto con il caos dei primi di Agosto. Proseguiamo lungo la strada costiera, arrivati e San Sebastián (E) ci siamo fermati per fare due passi in città abbiamo parcheggiato in Calle de Gregorio Ordóñez a pagamento lungo la strada. Siamo arrivati fino alla bellissima e affollatissima spiaggia della bahía de La Concha, continuando a passeggiare per il centro cittadino godiamo della bellissima temperatura fino a ritrovare il nostro mezzo per poi dirigerci verso Lekeitio (E) dove abbiamo parcheggiato al P1 (N43.35849 W2,50743) dove sono disponibili 14 posti gratuiti con carico e scarico essendo pieni noi ci siamo messi nei posti auto, occupando solo lo spazio di una autovettura ma alla mattina la polizia ci ha fatto sgombrare ugualmente senza verbale.

baia de la Concha

09/08/2016

La polizia del posto non ci ha fatto fare colazione perché secondo loro non eravamo nei posti dedicati ai nostri mezzi. Quindi sistemiamo tutte le cose e partiamo in fretta, verso Bermeo (E), notiamo che è indicato un parcheggio con carico e scarico vicino al campo da calcio nella parte alta della cittadina (N43,42306 W2,72556). Finiamo la nostra colazione e ripartiamo alla volta di Bilbao (E).
Facendo un giro in camper decidiamo di lasciare Bilbao e fermarci a Getxo (E) per visitare un particolare ponte in ferro (Ponte Vizcaya) della fine 1800, il più antico ponte sospeso al mondo progettato da Alberto Palacio un discepolo di Eiffel. Visita e foto di rito, riprendiamo il camper per dirigerci a Santander (E). Arrivati nella cittadina, cerchiamo un parcheggio per il nostro camper, non riuscendo a trovare un posto, abbiamo deciso di proseguire verso Santillana del Mar (E). Troviamo parcheggio presso lo zoo, che dista 5 minuti dal bellissimo e caratteristico borgo del XII secolo, vale la pena fare una passeggiata visto che è definito uno dei borghi più belli di tutta la Spagna e da non perdere le grotte di Altamira con pitture rupestri del paleolitico. Ritornati al camper, ci spostiamo in un altro parcheggio gratis vicino al paese in Calle Castio ma non va utilizzato il parcheggio Bus (N 43,23116 W4,06075) , dove abbiamo dormito.

Ponte Vizcaya

10/08/16

Sveglia, colazione sistemato camper e ripartiti per Comillas (E).... Dove vale la pena fermarsi per una visita al paese e sopratutto vedere El Capricho de Gaudì un edificio progettato nel 1883 dall'architetto per il cognato del marchese di Comillas un musicante dilettante in fatti il vero nome è villa Quijano dal nome del committente Maximo Diaz de Quijano. Il paese dove troviamo l'antica chiesa in centro al paese e vari palazzi molto interessanti come l'ottocentesco Palacio de Sobrellano. Abbiamo mangiato e ci siamo diretti verso S.Vincente de la Barquera (E) per un passaggio veloce e per dirigerci sull' autostrada che ci porta a Oviedo (E). Arrivati in città parcheggiamo vicino al Palacio Municipal De Deportes De Oviedo in Calle Rio Caudal. Visita del centro storico molto suggestivo, ripreso il camper per Cudillero area sosta che purtroppo era piena altrimenti sarebbe stato carino fermarci per una visita al paesino portuale di pescatori . Visto la tarda ora ci fermiamo a Navia (E) per la notte nel parcheggio gratis con scarico e carico dietro al supermarket in traversia de la Granja (N 43,54528 W6,72028). Visita notturna al paesino,anche se non offre niente di particolare.

El Capricho de Gaudi

11/08/16

Sveglia dopo la colazione visita alla spiaggia di Navia, carina pulita e con anche la possibilità di arrivarci sia a piedi che con il camper. Decidiamo di fare un po' di costa per arrivare nella Praia das Catedrais (E), purtroppo la spiaggia è su prenotazione, ma dall'alto della scogliera si vede benissimo sono le rocce a forma di archi modificate dal mare, di giorno ci si cammina in mezzo la sera sale la marea. Mangiamo nel parcheggio, poi facciamo una passeggiata per fare delle bellissime foto con veduta dall'alto. Riprendiamo il camper e proseguiamo facendo alcune soste per fotografare altre belle spiagge. Dopo lasciamo il mare per dirigerci verso Santiago de Compostela (E). Arrivati troviamo subito il parcheggio a pagamento (3,50€ il giorno se vuoi fare la sosta notturna aggiungi 12,50) Rua Manuel Maria (N 42,89560 W8,5317). Visita al paese e alla incantevole cattedrale. Decidiamo di ripartire perché il parcheggio per camper si trova in un contesto per noi rumoroso e su asfalto, andiamo a parcheggiare per la notte a Noia (E), Rua de Pedra Marques ( N 42,78783 W 8,8906) non offre servizi, un paesino sulla foce del Rio Tambre.

Praia das Catedrais

 

12/08/16

Sveglia, prendiamo la direzione di A Illa de Arousa (E) seguendo la costa che non ci ha entusiasmato tanto, ma l'isola è carina, è selvaggia al punto giusto decidiamo di fermarci in un parcheggio sulla spiaggia gratis appena passato il ponte che ti porta all'isola. In questo enorme punto di sosta ci sono tantissimi camper, pranziamo e ripartiamo veloci per Viana do Castelo (P), e siamo entrati in Portogallo, per poi andare a Braga (P) dove oltre a visitare la città ci siamo fermati per la notte (N 41,55278 W8,38137) sotto il Bom Jesus do Monte, vale la pena fare una visita al santuario e alla sua scalinata in stile barocco che si vede da molteplici punti della città di Braga.

braga scalinata

13/08/16

Svegliati presto invece che dirigerci subito a Porto (E) decidiamo di fare una tappa a Guimarães (P), la consigliamo è una piccola cittadina ma è davvero deliziosa, poi considerando che, siamo arrivati li presto non c'era tanta gente in giro e ce la siamo goduta a pieno. Qui si può dire che è nato il Portogallo, Alfonso Henriques prima combattè contro il dominio Spagnolo vincendo e liberando queste terre dal loro dominio poi liberò il sud dal dominio Arabo e nel 1147 porta la capitale da Guimaraes a Lisbona. Ripreso il camper destinazione Porto. 

Arrivati lungo il fiume Douro iniziamo a cercare parcheggio appena riusciamo lasciamo il nostro Therry per poter visitare questa strana ma ammaliante città, cresciuta con la produzione e la vendita del famoso vino. Arrivati vicino al ponte Dom Luìs I dove le persone si accalcano per vedere i ragazzini che per pochi euro si tuffano nel fiume, il rumore del traffico fluviale e quello cittadino si intreccia in caos armonico. Prendiamo il trenino a cremagliera che con 2,50 euro ci porta nella parte alta. Poi proseguiamo verso la cattedrale Sé molto curiosa come molte delle chiese del Portogallo costruite con questo marmo scuro, che le rende tetre al punto giusto. Caratteristica è anche l'ingresso della stazione decorato con ceramiche sulle pareti, proseguendo ci addentriamo verso il quartiere Ribeira di Porto molto particolare, da ogni casa esce musica e colori, bandiere e festoni. Continuando a scendere giriamo lungo fiume fino ad attraversare il ponte creato da Eiffel. Qualche foto di rito della cittadina dalla parte opposta del fiume, poi ripartiamo con destinazione Aveiro (E) un paesino tipico che i portoghesi chiamano la piccola Venezia, visto che si gira su dei canali in barche tipiche e simili alle gondole, da visitare ci sono anche le saline. Continuando il nostro viiaggio lungo la costa facendo tappa in varie spiagge per alcune foto, fino ad arrivare a Figueira da Foz (E). Trovato il campeggio sulla spiaggia Praia do Cabadelo a nostro parere è un campeggio molto spartano, ma data l'ora tutto va bene. Doccia,cena e poi tutti a nanna.

porto

 

14/08/16

Siamo partiti da Figueira da Foz facendo la strada atlantica passando per varie spiagge, ci dirigiamo a Batalha (P) per visita alla bellissima cattedrale gotica, vale la pena fare una tappa, proseguiamo per Fatima (P). Riprendiamo il nostro tour per il meraviglioso castello dei templari di Tomar, a noi è piaciuto moltissimo. Abbiamo ripreso la strada tornando indietro per dirigerci ad Alcobaça (P) in centro al paese, dove si trova uno dei più imponenti monasteri che io abbia mai visto. Riprendiamo il nostro camper per andare a Nazaré (P) per dormire lungo il mare alla fine del paese nuovo su AV. Manuel Remigio e per fare una passeggiata serale sul lungomare in festa.

Batalha cattedrale

15/08/16
La mattina ci prepariamo per visitare il bellissimo paesino di Óbidos (E), davvero caratteristico, delizioso borgo fortificato con mura merlate ben conservate con al suo interno piccole abitazioni bianche contornate o di azzurro o di giallo ocra. Ben conservato anche il castello e la chiesa del rinascimento. Ve lo consigliamo. Ripreso il camper facciamo tappa alle scogliere di Peniche per mangiare e godere del bel panorama. Finito il pranzo ci dirigiamo verso Mafra (P) che appena uno giunge in paese non si può fare a meno di vedere il bellissimo Palazzo con Cattedrale che quasi è più grande del paese stesso. Dopo aver fatto le nostre foto di routine, ci gustiamo un gelato alla gelateria di fronte. Riprendiamo il nostro mezzo per poter andare a Sintra (P). Una premessa in questo viaggio Sintra la facciamo due volte per poter visitare il Palazzo de Pena senza riuscirci ma secondo me potrebbe essere una bella visita. Questa volta parcheggiamo Therry in un parcheggio molto ampio alla base del paese poi a piedi prendiamo per il centro storico. Arrivati inziamo a scorgere le varie ville strane di questo posto in mezzo agli alberi. Poi decidiamo a piedi di iniziare a salire per il Palazzo de Pena ma a metà della nostra passeggiata ci chiudono il giardino che avevamo pensato di attraversare per salire. Quindi visto che si sono fatte le 19,00 rinunciamo per dedicarci un altro giorno dopo aver visitato Lisbona. Rientriamo al camper e ci dirigiamo a Lisbona (P) scegliamo il parcheggio su Av de Brasilia di fronte al terminal navale Bèlem, anche se risulterà un scelta SBAGLIATA, pieno di camper i cartelli sono tutti rovinati e incomprensibili il parcheggio molto comodo. Nelle vicinanze ci sono altri camper nella via più avanti ma i cartelli stradali non permettono di sostare e in un parcheggio prima è possibile sostare ma impossibile farlo visto che i posti sono piccoli con alberi molto bassi, la notte la passiamo molto bene.  

portogallo mafra

16/08/16
La mattina prendiamo le nostre biciclette e pedaliamo verso il centro città lungo il fiume Tago dove sulla ciclabile comodamente si arriva fino a Piazza del Commercio. Arrivati alla piazza lasciamo le biciclette legate al palo della luce stradale e iniziamo la visita della città a piedi saliamo verso il castello fotografando mille volte lo sferragliante tram n.28 sempre pieno di turisti e non. Arrivati al castello si gode di una bellissima vista di Lisbona, continuiamo la passeggiata verso il quartiere con influenze arabe Alfama pieno di vicoletti e una miriade di ristorantini dove poter pranzare a modici prezzi. Visitiamo la , Cattedrale di Lisbona, per poi giungere nuovamente a Piazza SãoPedro dove prendendo a sinistra vediamo lo stabile della stazione molto singolare. Continuando a salire arriviamo Al Convento do Carmo con la sua grande chiesa gotica che è stata distrutta dal terremoto devastante del 1755, dietro arriva l'Elevador de Santa Justa anche da qui si gode di una ottima vista.

Ora riprendiamo le nostre biciclette per tornare al parcheggio e una volta arrivati rimaniamo sorpresi dal fatto che un mezzo come il nostro che occupa lo spazio di un furgone, parcheggiato bene negli spazi viene multato come tutti gli altri camper del parcheggio. (Vacanza rovinata) Ma il poliziotto ci fa capire che oggi toccava a quel parcheggio il controllo infatti come dicevo appena prima c'è uno spiazzo con il divieto e non hanno preso la multa noi sì. Quindi dopo la sanzione di ben 128 euro con l'amaro in bocca torniamo a Sintra per la notte. Parcheggio utilizzato per la notte SãoPedro. Altrimenti si poteva usare il parcheggio a 5 euro in Avenida conde Sucena (N38,78883 W9,37473).

lisbona

17/08/16
La sveglia è stata sotto l'acqua non volevo crederci ma aprendo gli oscuranti eravamo dentro una nuvola come se fossimo in alta quota. Facciamo colazione e proviamo a salire con il camper la strada è impervia e giunti in cima non si riesce né a parcheggiare e né a strappare solo una foto quindi scendiamo e rinunciamo soprattutto per il tempo. Prendiamo l'autostrada per l'Algarve circa a metà strada usciamo per fare una sosta a mangiare a Sines (P), vicino al faro, sugli scogli alti, con di fronte a noi l'oceano. Poi dopo riprendiamo la nostra vacanza verso Cabo de São Vicente (P). Dopo aver percorso circa 100 km per la strada normale iniziano a farsi interessanti qualche belle spiagge vicino al paesino di Aljezur (P). Qui i surfisti sono a nozze, le onde sono fantastiche e le spiagge lunghe e con sabbia finissima. Arrivati a Cabo de São Vicente foto di rito alla scogliera e alla Fortaleza de Sagres. Il faro domina le scogliere bellissime, alcune sono talmente a picco che sembrano tagliate con un coltello. Ci dirigiamo per la notte alla Spiaggia Boca do Rio (N 37,06563 W 8,82434) vicino al paese di Salema attenzione però perché di notte la sosta è vietata. Noi siamo stati lì un paio di giorni 18/08 e 19/08 , la spiaggia è piccolina e poco affollata a noi è piaciuta per quello. La notte si dorme benissimo perché non c'è un' anima viva a parte le onde del mare, il cielo stellato e il vento che non manca mai.

portogallo spiagge

20/08/16
Partenza direzione Alvito passando per Silves paesino che consiglio, si presenta con un bel castello in mattoni rossi ben conservato e unico nel Portogallo, noi abbiamo fatto una passeggiata veloce, ma abbiamo scoperto che dal 12/08 al 21/08 c'è la festa medievale. Se si ha tempo meglio arrivare verso sera così da poter godere dei festeggiamenti. Ripartiti arriviamo per pranzo ad Alvito (P), un paesino dell'Alto Alentejo dominato da un castello moresco del XV secolo attualmente una Posada di lusso, ci fermiamo lì a mangiare per poi proseguire per Evora. Sulla strada verso Evora passiamo paesini come Viana do Alentejo con una chiesa circondata dalle mura incastonata nel piccolo borgo. Arrivati a Evora (P) facciamo una passeggiata per la città, prima di oltrepassare le mura cittadine ci accorgiamo che la cattedrale domina il paese, continuando nel labirinto di stradine e la distrazione dei negozietti che vendono souvenir riusciamo comunque a non perdere l'orientamento per arrivare alla bellissima piazza e poi alla cattedrale, benchè è una zona molto calda ne vale sicuramente la pena di visitarla. Ripartiti prendiamo per Estremoz continuando la via del vino della regione Alentejo passando da Evora monte anch'essa con le mura arroccata su una montagna. Continuando siamo arrivati a Estremoz (P) un'altra città particolare perché c'è il marmo ovunque, considerato che, la città è una delle produttrici di marmo più conosciute del Portogallo. Dopo una breve sosta, anche perché il paese non offre molto, ci dirigiamo ad Elvas (P). Parcheggiamo sotto all'acquedotto patrimonio dell' Unesco, il parcheggio è gratis senza servizi molto grande, poi visita della cittadina fortificata e rimaniamo lì a dormire.

portogallo scorcio

21/08/16
Alla mattina partenza per Cáceres (E), città molto carina, un centro storico coinvolgente abbiamo utilizzato il parcheggio gratuito per i camper di Avenida Lope de Vega, ben segnalato e comodissimo per il centro, (N39,48041 W6,36649) vale la pena fermarsi, poi prendiamo la strada per Salamanca, mentre viaggiamo ci sono tornate in mente le parole di una signora spagnola (conosciuta a Porto), lei ci consigliava un giro nella Sierra de la Peña de Francia. Deviamo e iniziamo a salire per una strada panoramica molto suggestiva arrivando a La Alberca (E) paesino di montagna davvero delizioso che si trova a 1230 mt. Noi lo consigliamo. Riprendiamo il nostro viiaggio con direzione Salamanca (E) dove sostiamo per la notte, il paese è davvero bellissimo con dei monumenti spettacolari e tanta gente per le sue strade, una piazza bellissima (plaza Major). L'unica pecca il parcheggio gratuito per i camper è davvero rumoroso, se riuscite vi sconsiglio la sosta notturna. Noi abbiamo utilizzato (N 40,95758 W5,67646) vicino al Lidl senza servizi. Ho visto altri camper parcheggiati non molto lontano, esattamente sotto il Puente de Sanchez Fabres, noi non potevamo era pieno.

salamanca

22/08/16
Partenza per Valladolid (E). Arrivati nella città incontriamo due signori italiani a cui chiediamo informazioni per il parcheggio (N 41,65583 W4,73722) gratuito ma bisogna fare il biglietto. Nel parlare decidiamo di visitare la città insieme e di mangiare alcune tapas accompagnati da un birretta fresca. Finita la visita alla città torniamo al parcheggio ci salutiamo, visto che loro si spostavano verso Palencia e invece noi continuavamo per il nostro Tour. Arriviamo a Burgos (E) un altra bella città spagnola a mio parere merita una visita più di Valladolid. Sostiamo lì per la notte e giriamo la città (N 42,34037 W3,69361) la notte gratuita ma dalle 10.00 alle 20.00 0,60€ ora senza servizi ma comodissimo al centro città.

Valladolid

23/08/16
La mattina prendiamo per Vitoria-Gasteiz (E) che sarà l'ultima città spagnola che visiteremo. Dopo aver parcheggiato (N42,86684 W2,68539) nell'area sosta molto grande e ben organizzata, l'unica pecca è tutta al sole per il periodo che abbiamo visitato noi, il centro dista circa due km dal parcheggio, noi decidiamo di farla a piedi, ma vi consiglio dato il caldo, di farla o in bici o con i mezzi pubblici. A mio avviso la città è carina, particolare, Il quartiere medievale antico con le caratteristiche case con balconi a sporto (miradores) è ben conservato e mantenuto intatto tanto che è considerato fra i più bei centri storici del nord della penisola iberica ed è stato dichiarato nel 1987 monumento nazionale. Per via della sua forma caratteristica viene soprannominato la Almendra Medieval (Mandorla Medievale). Riprendiamo il nostro mezzo e ci dirigiamo a Zumaia al Nord (E), un porto con un paesino ben tenuto e pieno di turisti, troviamo posto nel parcheggio gratuito al porto e stiamo lì per la notte (N.43°17'46,2" W 2°15'14,6").

Vitoria Gasteiz

24/08/16
Partenza per la Francia facendo un pezzo di strada statale fino a Saint-Jean-de-Luz (E). Arrivati prendiamo l'autostrada fino a Sète (F) in Camargue dove sostiamo in un parcheggio sul mare molto tranquillo (N 43,36663 E3,61523) 11 Euro, facciamo un bagno in mare giochiamo con la nostra mascotte poi cena e tutti a dormire.

francia sete

25/08/16

Partiamo per il lago di St.Croix (F) vicino alle gole del Verdon per fare due giorni di sosta, siccome siamo amanti del lago ci è sembrato il posto ideale. Troviamo un campeggio e sostiamo lì per due giorni.

lago di St croix

26 -27/08/16
Visita nel paese di fronte al lago, sole, bagno in un acqua bellissima e sopratutto tanto relax.

28/08/16
Purtroppo si rientra a casa, però felici e con tanti luoghi da ricordare e perché no magari un giorno tornare di nuovo in queste zone a vedere posti che non abbiamo potuto vedere, per mancanza di tempo.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

button restiamo in contatto newsletter

GRATIS PER TE

le guide utili di vacanzelandi@

Seguici su

facebook twitter you tube instagram

button gallery

button calendario

button meteo

button restiamo in contatto newsletter

GRATIS PER TE

le guide utili di vacanzelandi@

progettare area attrezzata camper

button restiamo in contatto newsletter

button vacanzelandia solutions attivita

Vai all'inizio della pagina