Menu

Noleggio camper in Australia
- il nostro viaggio di nozze on the road -

noleggio camper australia 6

Noleggio camper in Australia: la nostra esperienza con Britz da Adelaide fino al Red Center

di Alessandra Granata - blogger de I viaggi dei Rospi

Quando eravamo alle prese con l’organizzazione del nostro viaggio di nozze in Australia, sapevamo per certo che gran parte dei giorni che avevamo a disposizione li avremmo passati guidando, ma non avevamo inizialmente idea, che lo avremmo fatto a bordo di una Toyota Land Cruiser, in versione Bush Camper.

Se ci ripenso, mi viene ancora la pelle d’oca. Avevamo in mente di attraversare il paese da Sud a Nord – da Adelaide fino a Ayers Rock – percorrendo l’Explorer Way, ma bastò rispondere a tre domande allo stand dell’Australia della Bit di Milano, per accantonare tutte le mappe stradali che avevamo studiato fino a quel momento, e seguire con il dito una pista in pieno deserto.

“Parlate entrambi inglese? Siete in grado di guidare entrambi? Vi spaventa l’avventura? Allora vi mando da Adam e Lynnie… vedrete le fioriture del deserto in primavera, sarà un sogno!”

Ci furono attimi di silenzio, in cui fu solo necessario guardarsi negli occhi e accendersi per capire che avevamo trovato quello che faceva al caso nostro. noleggio camper australia 11
Dopo circa sette mesi da quel momento in fiera a Milano, ci ritrovammo al deposito di Britz Campervans di Adelaide. Il nostro sogno di attraversare il deserto australiano era realtà. Noi due, le chiavi della jeep camper e i bagagli (troppi) per un viaggio di un mese dalle diverse temperature.

Ci aspettava un viaggio a passo lento verso Nord, seguendo le rotaie del vecchio Ghan, il treno che ancora oggi noleggio camper australia 9percorre la linea da Darwin ad Adelaide, lungo l’Oodnadatta Track, la pista che corre nel deserto, seguendo appunto le vecchie stazioni. Solo noi, le rotaie dismesse e il nulla più assoluto. Un viaggio a tappe obbligate, di circa 300km al giorno su sabbia e sterrato, per fare il pieno di gasolio e viveri. Qualche mappa, una radio gps per chiamare i soccorsi in caso di necessità e la nostra voglia di avventura.

Non avevamo neppure ancora idea che Talc Alf, Adam e Lynnie, la Pink Roadhouse e il vecchio scorbutico di William Creek sarebbero stati i ricordi più belli di questo viaggio. Comprese le foto non scattate (perchè rimasti senza batteria), ma che sono impresse ancora negli occhi come se fosse ieri e i video della telecamera persi.
Non immaginavamo che dopo giorni trascorsi da soli, arrivare a Uluru in mezzo alla massa di turisti ci avrebbe dato un senso di soffocamento come mai prima d’ora, e neppure che dopo i primi chilometri di guida “sulle uova” avremmo preso talmente confidenza con il mezzo, da divertirci sullo sterrato, accelerando senza timore di ribaltarci, ma saltando su ogni buca. [Consiglio degli australiani incontrati ai caravan park che guidavano “a tutta birra” persino con il carrello tenda]

L’itinerario prevedeva nove giorni di noleggio, con un tragitto da Sud a Nord che ne comprendeva – ovviamente – almeno un paio da dedicare alla vista del Red Center (Uluru e Kings Canyon) per poi concludere a Alice Springs, da dove una volta rilasciato il mezzo, ci saremmo imbarcati per Sydney. I chilometri percorsi alla fine furono quasi 2.700 di cui un terzo passati nel niente più assoluto.

Noleggiare un camper in Australia: tre cose fondamentali da sapere

noleggio camper australia 5

La prima cosa che mi sento di suggerirvi se avete intenzione di fare un viaggio del genere, è quella di portare veramente lo stretto indispensabile. Per noi questa downunder fu la primissima esperienza di camper e sebbene il nostro viaggio era di cinque settimane - in aree geografiche con diversi climi - poco dopo il nostro arrivo ci rendemmo conto che la maggior parte delle cose che avevamo portato erano assolutamente superflue. Senza contare poi tutto lo shopping che vorrete fare tra souvenir per parenti e amici, e l’abbigliamento sportivo a prezzi notevolmente più competitivi rispetto all’Italia.
Non dimenticate poi, che durante un viaggio nell’outback vi riempirete di sabbia ovunque… a maggior ragione, se come noi, incapperete anche in una tempesta di sabbia! (Se volete sapere come è andata vi lascio il link che potete leggere sul nostro BLOG - clicca QUI).

“Regola numero 1: metti in valigia lo stretto necessario e anche meno”

Come vi avevo detto nel precedente articolo (Noleggio camper all’estero: pro e contro - clicca QUI ) quando si noleggia un camper all’estero è bene avere la patente di guida internazionale, che non è altro che un documento tradotto in inglese di quello italiano. Per farla è necessario recarsi agli uffici dell’Aci o alle motorizzazioni civili locali e pagare le diverse marche da bollo. La regolamentazione sull’obbligatorietà - o meno - della patente internazionale, purtroppo varia da stato a stato, ma se state pianificando un viaggio nella Terra di OZ, vi consigliamo caldamente di averla con voi, doveste esibirla in caso di fermo dalla polizia locale sperduti da qualche parte…
Legato a questo punto c’è anche la questione limiti di velocità e rispetto del codice della strada. In Australia sono rigidissimi!! Due multe (una per eccesso di velocità e una per divieto di sosta) recapitate a casa dopo un paio di mesi!!

“Regola numero 2: non dimenticare la casa patente internazionale e guida con prudenza”

A noi – che non siamo abituati all’ambiente desertico – potrà sembrare un’esperienza davvero estrema. Non vi dico le mille mila raccomandazioni ricevute prima di partire da parenti e amici… ma vi basterà sapere che per i locals, il deserto è parte della loro cultura e alcuni dei tanti track presenti sul territorio sono facili e “mediamente” sicuri. Sono moltissime infatti le famiglie che trascorrono parte delle vacanze in questo angolo remoto dell’Australia.
L’aneddoto più divertente successe quando nel mezzo del nulla, diversi km dopo Kings Canyon, ci fermammo per una tappa merenda accanto ad un particolare punto panoramico. Si accostarono a noi una famiglia australiana, con il carrello tenda attaccato alla jeep e dall’auto scesero in ordine: mamma, papà e tre figli, di cui l’ultimo con biberon in bocca. Immaginatevi la nostra sorpresa…

“Regola numero 3: se vi sentite abbastanza temerari da voler andare da soli nel deserto, ricordatevi sempre il buon senso e di rispettare profondamente il territorio”

Il nostro mezzo: Toyota Jeep Camper in Australia

noleggio camper australia 12


Al momento del ritiro ad Adelaide, la nostra Toyota Landcruiser 4WD con ben oltre 100 mila km percorsi era così dotata:
- Cambio manuale a 6 marce
- Doppia tanica di benzina
- 3 posti letto e 3 posti a sedere (tutti su una unica fila)
- Fornello a gas estraibile (cucinavamo sulla mensolina reclinabile del portellone posteriore)
- Piccolo frigo
- Occorrente per 3 persone per stoviglie e pentole, sacco a pelo e asciugamani
- Tavolo da picnic e sedie
- Bombola gas di ricarica
- 4WD Outback Safety kit
Radio e CD

Acceso il quadro luci, Ruggiero ebbe un sussulto nel vedere così tanti chilometri percorsi, soprattutto perché eravamo appena scesi da una macchina praticamente nuova con cui avevamo fatto la Great Ocean Road. Alla luce di questa esperienza, non date per scontato che mezzi di questo genere non siano affidabili con un chilometraggio così elevato. Quando riconsegnammo il camper a Alice Springs, incontrammo una coppia che – invece – con un mezzo nuovissimo, aveva avuto notevoli problemi all’impianto elettrico e per questo erano stati costretti a ritardare la tabella di marcia.

Con un mezzo 4wd come il nostro potrete andare dappertutto, anche se soprattutto all’inizio avrete mille remore. In primis perché al ritiro del camper vi diranno che l’unico incidente per cui non è prevista copertura, è il ribaltamento (leggete se fate i crexxxxi sullo sterrato apposta).

La sosta libera è consentita praticamente ovunque, ma se affronterete l’outback, il vostro primo pensiero sarà quello di fare rifornimento: avere la corrente elettrica e il gasolio per non rimanere a secco e ricaricare anche la tanica dell’acqua da bere. Per quanto il nostro viaggio si sia svolto all’inizio della primavera – con escursione termica notevole tra giorno e notte – sotto il solo a picco era molto caldo e quindi è sempre fondamentale avere abbondanti scorte d’acqua.
Di caravan park in Australia è pieno e ne troverete per tutti i lussi. Nei punti più turistici del paese, ce ne sono di bellissimi e dotati di tutti i comfort, ma le vere chicche sono quelli dell’outback: luoghi particolarissimi, pieni di aneddoti da raccontare alle pareti e fiumi di birra e hamburger da favola per serate indimenticabili. Bagni e docce con animali o insetti di ogni tipo compresi!!!

Se siete quindi arrivati a leggere fino a qui e avete negli occhi il desiderio dell’avventura, allora questo è il viaggio che fa per voi! Per cercare di contenere i costi – soprattutto dei voli aerei – dovrete muovervi con molto anticipo e pianificare l’itinerario al meglio. Iscrivetevi alle newsletter delle principali compagnie aeree e delle società di noleggio e monitorate i prezzi.

Il sogno vi aspetta!

Per noleggiare il camper in Australia: https://www.britz.com/
Per volare in Australia: https://www.qantas.com/it/en.html

Condividiamo qualche scatto per "iniziare a sognare"...

  noleggio_camper_australia_1.jpg noleggio_camper_australia_10.jpg noleggio_camper_australia_2.jpg noleggio_camper_australia_3.jpg noleggio_camper_australia_4.jpg noleggio_camper_australia_7.jpg noleggio_camper_australia_8.jpg



Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

button restiamo in contatto newsletter

GRATIS PER TE

la guida utile
"COME SCEGLIERE IL CAMPER"

NOVITÀ

camp vacanzelandia s

Seguici su

facebook twitter you tube instagram

button gallery

button calendario

button meteo

button restiamo in contatto newsletter

GRATIS PER TE

la guida utile
"COME SCEGLIERE IL CAMPER"

Link consigliati

29/10/2019: Cesenatico - inaugurata nuova area sosta camper - Scopri di più

23/10/2019: Torna la GIORNATA DEL TREKKING URBANO - Scopri di più

23/10/2019: Gli strumenti del plein air: la regione Marche a fianco dei Comuni Amici del turismo itinerante - Scopri di più

16/10/2019: Tutorial: come aggiungere icona CAMP su smartphone - Scopri di più

 

SEI UN'AZIENDA? CLICCA QUAbutton vacanzelandia solutions attivita

progettare area attrezzata camper

button restiamo in contatto newsletter

button vacanzelandia solutions attivita

Vai all'inizio della pagina