Menu

Deep North in camper

- 81 giorni on the road -

 Deep North in camper

il diario di viaggio continua dalla pagina precedente

SECONDA PARTE

Giorno 21 – Sabato 02 luglio 2016 finalmente NORDKAPP

Dopo 3 settimane di viaggio, mi appresto a raggiungere la prima meta: NORDKAPP!!! Riprendo a macinare chilometri attraverso Pillavuono (N), Kistrand (N), a Leipovuono a DS, E69 Smorfjord a DS, tunnel 2.800 metri, si costeggia il Porsangerfjord, tunnel lungo 6.870 e 212 metri sotto il livello dell'acqua, Honninsvag tunnel di 4.440 metri, tutto GRATUITO, e finalmente arrivo a NORDKAPP in una delle rare giornate di sole e senza vento. Parcheggio 71 10 06.48 N – 025 46 44.35 E altitudine 304 metri. Capo Nord è comunemente conosciuto come il punto più settentrionale del continente europeo. Anche se Knivskjellodden e Kinnarodden sono entrambi leggermente più a nord, la scogliera di Capo Nord è accessibile più facilmente per i turisti. Stando in piedi al di sotto del famoso monumento a forma di globo a Capo Nord, solamente le isole Svalbard mi separano dal Polo Nord. Il biglietto di ingresso per il promontorio costa (370 NOK = € 38,50 per 24 ore). Alle 9:15 ai due caselli non c'è nessuno, (forse sono in pausa), è tanta la voglia che entro lo stesso senza biglietto!!! Resto nell'area per 3 ore, più che sufficienti per vedere il tutto, poi mi accodo ad un camper in uscita e voilà sono riuscito a vedere quello che volevo senza spendere un centesimo. Parcheggiato con vista sul mare. La vista è incomparabile, scattato foto sotto il mappamondo, simbolo di Nordkapp poi entro al Nordkapphallen, (centro visite), aperto dalle 12:00 alle 24:00. All' interno un negozio di souvenirs. C'è anche un bar ed un ristorante alla carta con vetrate panoramiche. Il centro ha anche una parte sotterranea, scavata nella roccia dove c'è una piccola cappella, un museo ed un cinema dove si può assistere a un filmato su questi luoghi. Il filmato, girato da un Italiano dura 17 minuti di pieno coinvolgimento, assolutamente da non perdere. Percorro la strada a ritroso tranquillamente sulla E69 fino ad Honningsvag (N): breve sosta nel centro della cittadina e del porto. Percorro a ritroso la strada lungo il Porsangerfjord dopo avere percorso il tunnel sottomarino all’uscita un bel piazzale e sosta. Al bivio E6/E69 di Leipovuono/Olderfjord 70 28 25.7 N – 025 04 16.7 E prendo a destra la strada E6 con indicazioni per Alta. A Skaidi, mi fermo per fare una capatina all'ufficio turistico per info e mappe 70 25 55.80 N – 24 30 12.25 E proseguo per la strada 94 in direzione di Kvalsund –foto ponte da attraversare – Oldernes, quindi Hammerfest. Parcheggio e faccio una passeggiata sui moli del porto – Per la sosta notturna andare a Forsol 12 Km percorrere tutta la strada principale 94 che attraversa Hammerfest, alla fine si curva obbligatoriamente ed in ripida salita si sale sulla collina, si lascia alla sinistra il piccolo aeroporto e si segue la strada Fv391 fino alla periferia di Forsol prendendo a destra e percorrendo un breve tratto sterrato (300 metri) si trova questo incredibile piazzale per la sosta 70 43 08.70 N - 023 49 15.15 E Posto più che tranquillo, persone che passano in bici o facendo footing, un paio di renne al pascolo, un tramonto da sogno. Posto giusto per ridimensionare lo stress, altrimenti AA Storvannet 125 Nok = € 13,00 ubicato a Sud Est della città, molto bene indicato 70 39 35.50 N – 023 42 45.30 E Per la notte preferisco questo parcheggio sulla banchina ai piedi della chiesa di tutte le religioni, in compagnia di una moltitudine di altri camper 70 39 47.31 N – 023 40 31.94 E Km. 408 – Totale Km. 6.163

nord kapp joe bortolazzi 640s

 Giorno 22 – Domenica 03 luglio 2016 - Hammerfest  (N) – Talvik (N) - Altafjord (N) –

Prendere la 94 Ponte di Kvalsund, 60 Km fino a Skaidi, arrivati a questo bivio 70 25 57.20 N – 024 30 07.50 E a destra sulla E6 direzione Alta: in questo tratto si percorre un bel tratto di strada in quota con chiazze di neve a poca distanza ed un lungo e ventoso altipiano, peraltro con colori intensi (tipo steppa Russa). 5 Km dopo Rafsbotn, Area sosta con tavoli, panche, WC con scarico per chimico 69 59 20.50 N – 023 29 10.40 E Alta (Hjemmeluft) Museo all’aperto - (entrata 95 NOK = € 10,50 a persona) a circa 5 km dopo il centro di Alta (N) si trova questo museo 69 56 46.70 N - 023 11 11.15 E da ammirare le belle incisioni rupestri che si trovano lungo un percorso attrezzato, anche con tavoli e panche, in una vasta area in riva al mare. La visita dura circa 2 ore. La vegetazione è rigogliosa, i lamponi nordici con pianta infinitamente più piccola della nostra hanno i frutti di un bel rosso accesso ora che sono acerbi, diventeranno giallo-arancio quando giungeranno a maturazione. Per la sosta notturna sosta nella stessa area utilizzando i cunei data l'inclinazione. E6 direzione Narvik, a Kvenvik a DS ponte Kafjord, dopo 5 Km visitare il museo della corazzata Tirpitz in Crowes vei (N), affondata nel 1944, dove oggi sorge il ponte. 69 55 49.60 N – 023 00 55.10 E Proseguire per Talvik, a destra c'è un parcheggio in riva al mare, possibile carico/scarico GRATUITO 70 02 33 N - 022 57 11 E Numerosi cantieri stradali, con traffico a senso alternato ed attese di qualche decina di minuti. La strada alterna lunghi tratti lungo la costa a repentini pezzi in salita con stupendi scorci panoramici. Talvik (N). Bel parcheggio in riva al mare con la possibilità di CS GRATUITO 70 02 33 N - 022 57 11 E Isnestoften (N) sulla punta del fjordo, alle spalle del mercatino SAMI, Parcheggio su spazio erboso 70 08 18.41 N – 022 58 26.15 E Lagguvuonbatta, Sorstraumen, SC = Mettere in una busta la nota con numero di targa ed importo, appendere alla rete 69 50 30.3 N – 021 51 01.1 E Gildetun: piazzale dove fare una sosta per foto (albero con distanze) ed acquisti 69 53 53.50 N - 021 36 16.55 E Fosselv AA Camping 140 Nok = € 15,00 stupendo posto sul fjordo, di fronte al ghiacciaio 69 50 21.80 N – 021 12 26.25 E Hamnnes, Olderdalen (banchina ferry), Trollvik, Birtavarre. Camping Birtavarre, 69 29 22.90 N - 020 49 22.05 E Mi fermo per la notte al Camping Altafjord, aperto da Giugno a fine Agosto, terreno erboso, tutti i servizi compresa sauna, acqua calda e lavatrice, corrente 16 amp. Nok 270 = € 30,00 a notte a 10 metri dalla riva del Longfjordbotn. Costo per notte Nok 270 = € 29.00 Km. 232 – Totale Km. 6.395

11 Alta Tirpitz memorialvestito sami 315s
(N) – Alta, Tirpitz memorial                                                        Vestito tipico Sami

Giorno 23 – Luglio 04 luglio 2016 - Altafjord – Skibotn – Tappa di puro trasferimento.

Continuo fino a Skibotn (N), e mi fermo per la notte al Camping Olderelv 280 Nok = € 30,15 completo di tutto, lavatrice, acqua calda, scarico, snack bar ed avere GRATUITAMENTE il WI-FI per scaricare un poco di foto arretrate su Facebook 69 22 53.98 N – 020 17 44.30 E Km. 200 – Totale Km. 6.595

Giorno 24 – Martedì 05 luglio 2016 – Skibotn (N) – Kilpisjarvi (N) - Skibotn (N) -

E6 Proseguire per 40 Km, costeggiando il lago Lyngenfjord (sulla vostra destra), Lokvoll, Skibotn. Innesto E6/E8, 69 02 39.4 N - 020 48 12.3 E sulla E8, troverai la frontiera tra la Norvegia e la Finlandia dopo 40 Km 69 06 42.3 N – 020 44 58.4 E Appena 8 Km dopo la frontiera c'è Kilpisjarvi (SF) da dove inizia il percorso di 11 Km. (tempo A/R 6 ore di cui 4 ore a piedi), per Treriksrøysa, che significa letteralmente: "three-country border cairn" = cumulo di pietre frontiera delle tre Nazioni. Kilpisjärvi: una serie di capanne rosse attaccate al largo lago che è il punto di partenza della camminata per Treriksrøysa, il punto dove Norvegia, Finlandia e Svezia si incontrano. Prima fermata ufficio informazioni al centro del villaggio, dove ottengo le mappe necessarie. Fare il pieno di calorie mangiando un piatto di finnbiff, uno stufato fatto con tagli sottili di carne di renna, e legnose bacche di ginepro. Prima tratta si naviga con la motolancia Malla € 25,00 A/R (2 ore), biglietto acquistabile nell'ufficio del turismo Poi si tratta di una camminata di 12 Km. fino a Treriksrøysa (in Svedese Treriksröset, in Finnico Kolmen valtakunnan rajapyykki) Dopo qualche ora piena di soste per ammirare il bellissimo panorama Artico e parecchie fette di pane con abbondante brunost (formaggio marrone caramelizzato), il sentiero si avvicina alla sua destinazione finale, dove corre lungo la rete metallica che separa la frontiera Finnico – Svedese. Il monumento di pietre eretto nel 1901 per marcare il punto dove Norvegia, Svezia e Finlandia si incontrano - Treriksrøysa è ubicato in mezzo al poco profondo lago Goldajärvi. Punto più nordico della Svezia e punto più ad Ovest della Finlandia. 69 03 35.80 N – 020 32 55.05 E Stanco morto per la camminata, ritorno in Norvegia nel camping Olderev di Skibotn dove avevo già pernottato. Km. 100 – Totale Km. 6.695

12 Treriksroysa 3 frontiere convergono in questo puntomotolancia malla 315s

(SF) - Treriksrøysa, 3 frontiere convergono                     motolancia Malla in questo punto

Giorno 25 – Mercoledì 06 luglio 2016 - Skibotn (N) – Tromsø (N) –

La meta di oggi è Tromsø (N), che certamente è la città più grande ed importante dell’intera regione al di sopra del Circolo Polare Artico. Arrivando da Nord, per arrivare a Tromsø, si hanno due possibilità: percorrere tutta la E6 fino a Nordkjosbotn e poi la E8 fino a Tromsø, oppure, sempre facendo la E6, imbarcarsi a Olderdalen per Lyngseidet, molo 69 36 05.4 N – 020 32 02.7 E percorrere la 91 ed imbarcarsi su un altro traghetto da Svensby a Breivikeidet, il molo 69 39 48.3 N – 019 48 32.8 E e poi fare l’ultimo pezzo di 91 fino a quando, già alle porte di Tromsø, non ci si immette sulla E8. Prendendo i due traghetti si risparmiano circa 110 km: occorre però tenere conto dei tempi tecnici di attesa traghetto, imbarco e sbarco e del costo delle due traversate (238 Nok + 33 a persona sul primo traghetto, sul secondo 70 Nok + 26 a persona = Totale Nok 367 = € 38,50. Vado a ritroso sulla E8 per 50 Km. direzione Skibotn, all'innesto con la E6 qui 69 22 26.7 N – 020 17 54.7 E a sinistra sulla E6 (lago Lyngenfjord sulla destra) Elsnes, Oteren (sulla E8 fra Hatteng ed Oteren), Area Sosta sulla strada con shop SAMI e WC 69 16 20.0 N – 019 56 12.3 E Overgard, E8 Nordkjosbotn AA (a Vollan) da Bjornebo 69 13 01.4 N – 013 33 20.1 E Nordbotn (23 Km prima di Tromso) prendo a DS la E8 (Balsfjord sulla SN) direzione Tromsø. Informazioni turistiche Kirkegata N°2 69 38 52.9 N – 018 57 37.2 E Arrivando a Tromsø, alla rotonda prendere l'ultima uscita in salita che porta al ponte. A metà strada, a destra andare a visitare la chiesa di Tromsdalen (Cattedrale dell’Artico) progettata da Viktor Sparre, 69 38 52.15 N – 018 59 17.70 E è un’opera molto particolare, la visita è a pagamento (35 NOK = € 4,00 a persona), l’interno non offre molto, vi è una grande vetrata che raffigura Cristo ed un organo; molto più bello l’esterno. Visto che è ancora presto, salgo sulla funivia del Storsteinen (Fjellstua) a 421 m, stazione di partenza 1 chilometro dalla chiesa, 69 38 30.45 N - 018 59 02.60 E parcheggiare sul piazzale antistante (non è possibile la sosta notturna), e prendere la cabina che parte ogni 30 minuti, il biglietto di sola andata costa 55 NOK, andata e ritorno 105 NOK a persona. Arrivati sopra vi troverete su un davanzale naturale da cui si ammira uno scenario davvero splendido sulla città ed i suoi fiordi. Passeggiate fino al nevaio e poi se volete, scendere a piedi, (circa 30 minuti di ripida discesa tra nevai ed una vegetazione montana). Ormai è sera, quindi mi dirigo al parcheggio della fabbrica di birra Mack, dove si può sostare anche di notte, 60 Nok per 24 ore, si trova subito a fianco del museo Polaria N 69 38 39.15 E - 018 57 12.20 E Andare a visitare la fabbrica di birra Mack (Storgata 5-13), a fianco del museo Polaria, Lo si può visitare ed alla fine del giro NON si riceve più in dono il boccale di vetro di questa famosa birra. Proseguire poi e passeggiare su questo corso dove si affacciano delle case in legno tutte costruite all’inizio del 1.800, oltre a numerosi negozi. Il Museo Polaria (Hjalmar Johansensgt 12), dove si possono vedere numerosi pesci in vasca, delle foche in un ambiente polare ricostruito. Arrivati su Richard Withs Place, piazza dove c’è anche la Chiesa Protestante, mangiate da Emma’s, Kirkegata 8, bistecche di balena a prezzo più che contenuto 69 38 54.39 N - 018 57 22.07 E Per la notte dopo il museo Polaria grandissimo spazio asfaltato e GRATUITO qui 69 38 34.99 N – 018 56 49.03 E Km. 150 – Totale Km. 5.970

Giorno 26 – Giovedì 07 luglio 2016 - Tromsø (N) - Husøy (N) – Bardu (N) -

Lascio Tromsø  direzione N aeroporto Sondre Langnes, a questa rotonda: 69 40 19.10 N – 018 55 02.90 E prendo la terza uscita, passo sotto la pista, 862 attraverso il Sandøysundbridge, rotonda a sinistra Kvaloysletta, Eidkjosen, Kaldfjord, entro nella vallata lunga 10 Km. Lago Kattfjord, Bogen, Hillesoy, Molo imbarco/sbarco ferry Brennsholmen/Botnhamn (Isola Senja) Rv862 (259 Nok per il camper < di 6 metri = € 29,00; durata navigazione 45 minuti). 69 36 28.16 N - 018 01 52.32 E Sbarco sull'isola di Senja, dopo il paese di Botnamn, percorro 4 Km. quindi a destra sulla Fv277 seguendo le indicazioni, arrivo a questa isola di pescatori. La strada, nel tratto finale, è un po’ stretta offrendo però delle piazzole per far passare chi proviene in senso opposto, contrassegnate con una M. Sempre nel tratto finale ci sono poi due gallerie scavate nella roccia e molto buie. Husøy vi apparirà dalla cima di una salita e non riuscirete a non fermarvi per scattare delle foto, collegata alla terraferma da una stradina costruita su un molo. L’isola di Husøy è un piccolo borgo di soli pescatori: una volta oltrepassata la strada che la collega alla terra ferma, si arriva su una piccola piazzetta che è il centro del borgo. C’è una pompa di benzina, che non ha gasolio ed un emporio che vende di tutto, dai casalinghi ai generi alimentari e che funziona anche da Ufficio Postale. Dopo l'ultima curva prima di seguire la strada sul molo per il paese, parcheggio in terra battuta GRATUITA 69 32 42.7 N - 017 40 14.2 E dove si può pernottare. Altrimenti c'è questo Parcheggio sterrato (100 Nok/24h, con la possibilità di fare rifornimento di acqua).
69 32 32.80 N - 017 40 20.85 E Ritorno sulla 862 a destra per Mefjordbotn, una serie di tunnel e ponti, tunnel di Km.2.2 del Senjahopen, Tungeneset, Steinfjord, Bergsbotn Skaland tunnel di 2.4 Km. al bivio a destra sulla 86 per 6 Km. Senyatrollet (segnalato), punto ristoro e con il suo Troll in legno più grande del mondo. 69 24 38.51 N - 017 15 46.22 E Ancora su 86 direzione Finnsnes, Silsand, (Gisundbrua), Finnsnes (CS) 69 13 37.60 N – 017 58 40.65 E Hemmingsjorda, Sorreisa strada 84 Medby, Sjovegan, Tennevoli, Fossbakken, 5 Km Lapphaugen (N) - Camping Lapphaugen Turiststasjon (150 NOK = € 16,00), Campeggio è distante 150 dalla dalla 84. 68 40 44.6 N - 017 54 50.4 E Scelgo di pernottare a 10 Km. dal camping, sulla Fv161 Polar Zoo – Bonesveien Bardu Area Sosta con elettricità e CS 160 Nok = €18,00 Si possono anche vedere alci, renne, cervi, orsi, lupi ed altri animali della zona 68 41 31.35 N - 018 06 41.01E Km. 303 – Totale Km. 7.137

13 Fiskefjord verso Svolvaer14 Verso isole Lofoten Ponte Tjeldsund

(N) - Fiskefjord, verso Svolvær                                        Verso le isole Lofoten - Ponte Tjeldsund

Giorno 27 – Venerdì 08 luglio 2016 – Bardu (N) – Kjerringnes (N) – Andenes (N) – Melbu (N) –

Su E6 per Bjerkvik, al bivio dell'Ofotfjord a destra per Lenvik, E10 Bogen, Steinsland a sinistra, passare il ponte Fjeldsund, alla rotonda a sinistra E10 Kongsvika, Fiskefjorden. Dopo 16 Km. a destra qui 68 26 30.40 N – 16 00 25.53 E su strada 85 Austre Kanstad, al bivio diritto, rotonda per Gullesfjord, Kvaefjord, Langvassbukta, a destra, Sigerfjord tunnel di 2.200 metri, Kjerringnes. Sosta libera GRATUITA con WC 68 39 42.50 N - 015 29 56.75 E altra dopo 1 Km. a sinistra sulla strada 85, Area di Servizio Esso, molto grande, idonea per sosta notturna 68 40 03.15 N - 015 28 36.60 E Strada 85 il ponte lungo 2.500 metri che si vede a SN per Sortland, NON lo attraverso, continuo diritto sulla 82 per Strand, Kringlen, Forfjord, Dragnes, ponte, Risoyhamn, Liland, 68 49 14.44 N – 015 40 05.90 E comodo spiazzo fronte mare per pernottare GRATUITO senza servizi. Ase, Myre. Dverberg, foto ad una chiesetta ottagonale 69 06 50.90 N - 015 58 49.25 E Andenes. Parcheggio sotto il grande faro rosso per foto 69 19 25.10 N - 016 07 05.05 E Altro parcheggio asfaltato per pernottamento 69 19 12.90 N - 16 07 30.05 E Se è ancora presto, tornare indietro ed al bivio prendere a destra la Fv976 slargo con piazzole in cemento 69 17 51,75 N - 015 59 37.33 E Continuo verso Sud, Bleik, Stave, Nordmela, Rv976 Nordmela, a 35 Km da Andenes, bella area su una magnifica spiaggetta bianca, con tavoli acqua, c’è anche lo scarico per il wc chimico GRATUITO 69 07 43.15 N - 015 39 52.10 E Proseguo sempre verso Sud sulla strada costiera Fv974 per la penisola di Borhella, faro a destra 69 06 11.9 N – 015 34 08.9 E una spiaggia bianca 69 05 42.65 N – 015 34 09.74 E Noss, Bo, al bivio a sinistra, Bjornskinn, 82 Risoyhamn, Dragnes, Fornes, Forfjord, Marnes, Kringlen, ponte di Sortland, Nord Steiro, Skagen, ponte Hadsel, Stokmarknes Melbu. Pernotto nel grande parcheggio del Super Rema Mille, 68 30 03.62 N - 014 48 55.11 E Km. 466 – Totale Km. 7.603

15 faro Andenes

(N) – Il faro di Andenes

La Strada Turistica delle isole Lofoten nel Nordland, è un tratto lungo 230 Km. che parte dal ponte che attraversa Raftsundet (N) a nord delle isole, ed arriva fino ad Å (N), nel sud. Svolvær e Leknes sono due agglomerati urbani nella zona. Questa strada turistica nazionale vi fa attraversare il caratteristico e spettacolare panorama delle Lofoten: un contrasto di ripide vette, candide spiagge e mare color smeraldo. Le correnti marine tra le isole ed il mare che le circonda, sono all'origine dell'importante industria della pesca e le sue ricche tradizioni. Lungo le coste sono disseminati villaggi di pescatori, con i loro tipici "rorbu", le casette rosse in cui vivono. L'inverno è la stagione della pesca al merluzzo, cosa che tutt'oggi ha una grande importanza in questi insediamenti. Muoversi sulle isole in auto o in bici è davvero facile. Da Bodø e Moskenes partono navi per le comunità di Værøy e Røst, gli ultimi insediamenti prima del mare aperto. Lungo il tragitto si trovano 11 punti di osservazione, fermatevi per fare una sosta, per riposarsi o scattare qualche foto. Il parcheggio a Rambergstranda ad esempio (spiaggia di Ramberg), gode di una vista fantastica sia sulla spiaggia di Rambergstranda che sulle montagne che lo circondano, mentre la piattaforma a Reinehalsen vanta uno dei migliori panorami norvegesi 67 55 42.2 N – 013 05 03.5 E Le principali isole turistiche, Austvågøy, Vestvågøy, Flakstad e Moskenes piacciono a scrittori e artisti così come agli amanti dell'aria aperta. In estate il sole di mezzanotte risplende sull'arcipelago. Qui si trova una delle più grandi colonie di aquile di mare. Sull'isola più a sud delle Lofoten troverete enormi rocce pullulanti di uccelli, tra i quali puffini, cormorani, urie e aquile. Foche, orche assassine e balene si avvistano regolarmente nella zona. Per tutti quelli interessati alla storia e cultura vichinga, è doverosa una visita al Museo Vichingo Lofotr. Il museo è la ricostruzione di un "e il Museo dello Stoccafisso. Sulla strada che parte da Å, i villaggi di pescatori sono posizionati come perle su un filo: Tind, Sørvågen, Moskenes, Reine e Hamnøy. Grazie alla sua vista sul Kirkefjord, Reine venne una volta eletto luogo più bello della Norvegia. A Vikten, Ramberg e Sund, si trovano dei rinomati centri artigianali. Smeden, "il Fabbro", a Sund, vanta probabilmente il numero più alto di visitatori, insieme al chiefdom" (casa) di 83 metri di lunghezza che fu eretta a Borg in Lofoten intorno al 500 d.C. Circondata dal mare e con la montagna alle sue spalle, Henningsvær era il centro di attività naturale durante la pesca invernale nelle Lofoten. Henningsvær diventò uno dei più importanti villaggi di pescatori nelle Lofoten. Il villaggio di Nusfjord è caratterizzato da un'intrecciata area edificata, evolutasi tra la fine del XIX e l'inizio del XX secolo. Qui gli archeologi hanno riportato alla luce tracce della prima "pesca industriale" della regione del Nordland. Nel villaggio di Å potrete visitare il Museo Norvegese del Villaggio dei Pescatori Laboratorio di vetro soffiato a Vikten. Godetevi la bianche spiagge di Haukland, o quella di sassolini di Eggum, entrambe a Vestvågøy; questi luoghi sono eccellenti per ammirare il sole di mezzanotte, e un posto famoso per le gite sia tra i turisti che tra gli abitanti del luogo. Nella parte più remota dell'arcipelago delle Lofoten, si trova Røst con le sue 365 isole, rocce e scogli. Le imponenti e scoscese isole a sud ovest dell'isola di Røstlandet ospitano il più alto numero di nidi d'uccello di tutta la Norvegia. Potrete visitare le isole di Værøy e Røst prendendo il traghetto da Moskenes o Bodø. Il villaggio di pescatori di Nusfjord. Il villaggio di pescatori di Nusfjord ha un'architettura molto particolare, con edifici costruiti tra la fine del XIX e l'inizio del XX secolo. Questo complesso di edifici è sopravvissuto come un'unità omogenea, rimanendo illeso nonostante gli incendi e l'introduzione di elementi architettonici moderni. Tutto questo dona a Nusfjord un carattere unico. Qui gli archeologi hanno ritrovato le tracce dei primi tentativi di 14 "pesca industriale" nella regione del Nordland. Gli scavi hanno portato alla luce insediamenti risalenti al V secolo. A Eggum e Unstad troverete piccoli gruppi di case che sembrano uscite dal Medioevo, addossate alle pendici di alte montagne. A Eggum vi attende anche una bella spiaggia di sassi, un punto ideale per ammirare lo spettacolo del sole di mezzanotte. "Borga", una costruzione in pietra risalente alla Seconda Guerra Mondiale, e una delle prime stazioni radar costruite dai tedeschi nell'Europa del Nord. Ad Unstad nel 1995 è stato aperto un tunnel che conduce al villaggio. Qui la natura offre condizioni ottimali per i surfisti. Henningsvær Protetta alle spalle dalle montagne ma circondata in gran parte dal mare, Henningsvær era un attivo centro durante la stagione invernale di pesca alle Lofoten; agli inizi dell'800 la comunità sull'isola crebbe ulteriormente, rendendo Henningsvær uno dei villaggi di pescatori più importanti delle Lofoten. A differenza di altri villaggi di pescatori, la popolazione di Henningsvær è rimasta stabile negli ultimi anni, e qui abitano ancora più di 500 persone. Fino al 1981, quando venne aperto il primo ponte, queste isole non erano collegate con il resto delle isole Lofoten via terra; ciò ha probabilmente contribuito a salvaguardare la comunità locale dall'influenza dell'architettura contemporanea che predilige l'uso del cemento, il quale invece ha lasciato il segno in gran parte delle città e dei villaggi norvegesi soprattutto negli anni '60 e '70.

ponte RisoyhamnSvolvaer

(N) – Il ponte di Risøyhamn                            Svolvær

Giorni 28 e 29 – Sabato 09 e domenica 10 luglio 2016 - Melbu (N) – Fiskebøl (N) – Ørsvågvær (N) – Kabelvåg (N) –

Alle 6:15 sono sul molo di imbarco/sbarco del ferry di Melbu, 68 29 54.75 N – 014 48 00.50 E La traversata dura circa 20 minuti costo 114 Nok per il camper compreso conducente, spendo Nok 114 = € 12,70 Dal molo di Fiskebøl 68 25 50.15 N - 014 49 23.45 E continuo verso Sud e le isole Lofoten. Sono sulla 82 e, dopo 1.000 metri, prendo a destra sulla E10 Eide, Vestpollen, per emergenza AA Camping 68 19 19.40 N – 014 43 03.85 E Svolvaer. Per una breve visita di 1 ora a questa cittadina, utilizzare il Parcheggio della Cooperativa Mega 68 14 03.24 N - 014 33 33.75 E Il monte che sovrasta la città, lo Svolvaergeita, è quasi sempre coperta dalle nuvole. 5 Km dopo Svolvaer sulla E10 mi fermo per visitare una chiesa di legno, meta di camperisti e di molti Bus turistici ingresso 30 Nok. Parcheggio per visita chiesa di Vagan - 68 12 58.32 N - 014 29 02.45 E Cabelvag, ancora 5 Km. per arrivare ad Ørsvågvær, Camping Sandvika - Incastonato tra piccoli fiordi, montagne, scogli e spiagge bianchissime, scegli la piazzola (o luogo) che più ti gusta, (nel rispetto ovviamente del prossimo), allacci la corrente e ti chiedi in che pianeta ti trovi. Mi fermo 2 gg. 68 12 13.80 N - 014 25 22.95 E Km. 200 – Totale Km. 6.760

Giorno 30 – Lunedì 11 luglio 2016 - Kabelvåg (N) – Bostad (N) – Eggum (N) – Ramberg (N) – Moskenes (N) - Ä (N)

Lascia la E10 per la Rv816 in questo punto, 68 12 22.1 N – 014 14 23.3 E direzione Hennningsvær. Dopo aver superato due ponti stretti a transito alternato, (10 Km) trovo posto nel (P) entrando nel villaggio 68 09 37.81 N 014 12 44.33 E Vale la pena di arrivare fino qui per scattare magnifiche foto (tempo permettendo). Dopo le 18:00 questo parcheggio si svuota ed è possibile pernottare tranquillamente. Henningsvaer, viene chiamata la Venezia delle Lofoten, per le sue case costruite a palafitta nell’acqua che si affacciano nel canale ed anche perché c’è una bottega di vetrai che mostrano come lavorano il vetro. Ritorno sulla E10 (10 Km) e proseguo facendo una breve sosta per foto qui 68 14 42.52 N - 014 15 82.28 E Il posto si chiama Lyngvaer jetty e passerebbe anche inosservato se non fosse per la ressa di turisti che i bus a fatica scaricano per fare fotografare questa serie di specchi concavi in cui appare il paesaggio e voi stessi che in quel momento state fotografando. Ancora pochi Km. per sostare in questa grande area sosta di Vagan, vicino a Kleppstad, in magnifica posizione, vicino al grande ponte Gimsoy lungo 1.200 metri che porta sull'isola di Vestvagøy, dopo il ponte su E10 a SN 68 15 37.35 N - 014 16 13.30 E Ancora 30 Km. poi Bostad Area di parcheggio per visitare il Lofotr Museum, il Museo Vichingo Lofotr "Salve, brava gente. Rifocillatevi, ché avete a lungo viaggiato," dice il capotribù accogliendo gli ospiti al tradizionale banchetto vichingo. A Borg nelle isole Lofoten, è stata rinvenuta la più grande casa vichinga esistente al mondo, nella quale molto probabilmente ha vissuto uno dei più importanti capi vichinghi della Norvegia del Nord. La più grande casa lunga vichinga al mondo La casa lunga rinvenuta a Borg è stata interamente ricostruita e misura una lunghezza totale di ben 83 metri. Sia il salone da pranzo che la stanza da letto sono stati ricostruiti nei minimi dettagli, fino alle decorazioni originali fatte a mano. L'odore di legno arso e di catrame, l'artigianato fatto alla maniera dei vichinghi, i pasti ed i racconti, vi riportano indietro nel tempo di un migliaio di anni. Nella vicina insenatura è ancorata una nave vichinga, la replica della Gokstad. Oltre al salone da pranzo, il museo offre mostre moderne che raccontano questa storia millenaria, con audio guide in sei lingue per farvi conoscere la storia vichinga, insieme a film e reperti archeologici unici. Durante la stagione estiva, che dura dal 15 giugno al 15 agosto, ci sono attività extra a disposizione degli ospiti, come il tiro con l'arco o con l'ascia, oppure le barche a remi vichinghe. Nel salone viene servito una zuppa a base di agnello e verdure accompagnato da idromele. Nella sala da pranzo viene servita una zuppa di agnello e vegetali preparata su un fuoco del camino. La zuppa può anche essere asportata 68 14 44.4 N - 013 45 27.1 E a 700 metri, Borg, parcheggio presso la chiesa avveniristica Vegen e tombe 68 14 43.21 N - 013 46 10.80 E Proseguire per arrivare al negozio Brodrene Karlsen (facciata gialla) 68 15 06.30 N – 013 46 15.87 E di fronte parte una stradina cieca che, dopo 9 Km. vi porterà a scoprite Eggum, una comunità sulla costa dove i Tedeschi costruirono durante l'ultima guerra. Borga, un edificio in pietra per un radar bellico. Eggum 68 18 29.15 N – 013 39 15.74 E Pagare 20 Nok per entrare nel parcheggio, sosta notturna 100 Nok. Luogo selvaggio ed appartato, adatto per camminate tranquille. Ritornare e continuare sulla E10 e, subito dopo Leknes, rotonda per Mortsund 68 08 45.51 N – 013 37 03.45 E a sinistra sulla 815 Mortsund, (9 Km), per foto dei Rorbu (case rosse) su palafitte. Torna su E10 vero Sud per 2.500 metri, qui 68 08 03.31 N – 013 33 54.90 E a destra su 818 per Utakleiv e Haukland dopo il ponte 68 09 23.9 N – 013 31 38.0 E Sosta camper libera e GRATUITA sulle famose spiagge di Utakleiv ed Haukland. Dotata di un ampio parcheggio, di wc pulitissimi, lavelli con acqua non potabile e tavoli da pic nic, è molto grande e racchiusa tra le montagne di una baia, è una bella fascia di sabbia bianca tra un tappeto verde di erba e le molte sfumature di turchese dell’acqua. N 68.199367 – E 13.52945 = 68 11 57.75 N - 013 31 46.80 E Subito dopo vale la pena di vedere questo: Eggumnon - Sosta camper libera, un posto come questo lo sognerete per tutta la vita. 68 12 34.45 N - 013 30 07.45 E Ritornare sulla E10 a destra e, prima del Nappstraum tunnel di 1.780 metri sotto l'acqua, qui 68 08 57.5 N – 013 30 22.3 E piazzola su E10 sosta per foto scultura e Rorbu. Napp, Vareid, Flakstad (foto chiesa), Skagen Camping 68 06 14.50 N – 013 17 21.10 E altrimenti subito dopo a destra, parcheggio anche per sosta notturna sulla spiaggia di Ramberg = 68 06 12.98 N - 013 17 02.71 E continuare sulla E10 Ramberg, Hamnoy, Reine 67 55 42.25 N – 013 05 03.50 E (foto belle da morire) Moskenes. Se il tempo è bello, girare a DS. per Fredvang beach, Fv806 e parcheggiare in uno di questi due posti 68 05 47.98 N – 013 08 31.98 E oppure nell'altro parcheggio 68 05 55.18 N – 013 07 57.67 E altrimenti continuare sulla E10 fino a Moskenes, ancora 5 Km fino ad Ä (pronuncia O, ultima lettera dell'alfabeto Norvegese). Parcheggio del Torrfiskmuseum, museo dello stoccafisso, dove il gestore ed allestitore, parla Italiano. 67 52 58.58 N – 012 58 59.70 E Altro Parcheggio GRATUITO dopo il corto tunnel 67 52 47.52 N - 012 58 39.12 E In caso di necessità di corrente, Camping Moskenes 130 Nok = € 14,00. Semplice terreno con fondo ghiaioso e dei servizi molto essenziali, comunque ripagato dalla bella posizione panoramica. Sopraelevato e vicinissimo al molo d'imbarco del traghetto per Bodo. Attenzione, è quasi sempre pieno N 67 54 00.20 - E 013 03 11.40 Ferry : 4 corse al dì, Nok 705 = € 79,00 navigazione da 3 a 4 ore secondo le condizioni meteo. Km. 275 – Totale Km. 7.930

verso kabelvag16 Chiesetta Vagan

(N) – Verso Kabelvåg                                 Chiesetta di Vagan

Ponte Tjeldsund per isole Lofoten16 Cabelvag camping Sandvika

(N) – Ponte Tjeldsund per isole Lofoten                    Kabelvåg, camping Sandvika

Borge casa Vikinga17 Isole Lofoten Reine

(N) – Borge, casa Vikinga                                   Isole Lofotem, Reine

Giorno 31 – Martedì 12 luglio 2016 – Moskenes (N) - Bodø (N) (pron. BUDA) –

Circolo Polare su E6 – Passo la mattinata a fotografare il paesaggio di Ä, Reina e Moskenes. Alle 10:45 imbarco sul traghetto che da Moskenes mi porterà a Bodø. Ferry: 4 corse al dì, Nok 705 = € 79,00 navigazione da 3 a 4 ore secondo le condizioni meteo. Traversata tranquilla e senza sorprese. Sbarcato a Bodø, sono andato a controllare: parcheggio a pagamento con CS GRATUITO 67 17 36.00 N – 014 24 29.05 E presso stazione Esso, e quest'altro vicino al porto turistico a pagamento solo con carta di credito 67 16 52.07 N – 014 22 34.96 E All'Ufficio Turistico (Sandgata,3) per informazioni sulla cadenza delle maree di Salstraumen 67 16 59.44 N – 014 22 29.43 E Proseguo il viaggio sulla 80 Kvalvag, ponte Tverland sul Saltfjorden, rotonda 67 17 43.70 N – 014 45 22.49 E a destra sulla Rv17 e dopo 2 Km. Vethaug tunnel di 1.300 metri, Saltstraumen. Saltstraumen parcheggio GRATUITO 67 13 43.78 N – 014 36 12.27 E vicino alla Cooperativa (andare a piedi sul ponte). È il gorgo più potente al mondo, e si trova fuori Bodø, poco più a nord della Strada Turistica Nazionale Costiera di Helgeland. Ogni sei ore, 400 milioni di metri cubi di acqua scorrono lungo il canale lungo tre chilometri e largo 150 metri, raggiungendo una velocità pari a 20 nodi (circa 40 km/h). Il potente gorgo può arrivare a misurare dieci metri di diametro e cinque di profondità. Nell'ufficio di informazioni turistiche locale c'è una tabella informativa con tutte le correnti del gorgo. Attraversato anche il secondo ponte, Tuv, a sinistra sulla 812 Misvaer, Brekke. Saltdal 67 02 53.81 N – 015 00 03.56 E raggiunta la E6 a destra per Nordnes, Storjord. 40 Km. dopo Storjord si trova il circolo polare artico (66 33) Il Centro del Circolo Artico si trova a 80 Km a nord di Mo i Rana e a 70 Km a sud di Fauske. Il Centro del Circolo Artico si trova sull'autostrada E6 a Saltfjellet nella contea del Nordland, immerso in uno stupendo parco nazionale. 66 33 07.63 N – 015 19 12.30 E Nella zona intorno al centro ci sono diversi monumenti iugoslavi e russi dedicati alla Seconda Guerra Mondiale mentre l'architettura del centro è stata concepita per adattarsi alla natura circostante, con un sentiero in marmo che indica il percorso del Circolo Artico attraverso il centro. Qui trovate una caffetteria che serve specialità norvegesi, un grande negozio di souvenir ed una mostra sull'arte, il marmo e gli animali dell'artico incluso il più grande orso polare imbalsamato d'Europa. C'è un ufficio postale che vende cartoline con uno speciale timbro del Circolo Artico. Il Centro del Circolo Artico è aperto dal 1° maggio al 15 settembre. Per il pernottamento, rimanere su questo piazzale asfaltato come ho fatto io in compagnia di altri equipaggi di camper, altrimenti percorrere ancora 50 Km Camping Skogly (130 NOK), vicino a Storforshei, che si trova a circa 30 Km prima di Mo i Rana 66 22 51.76 N - 014 36 00.65 N Km. 186 – Totale Km. 8.116

Giorno 32 – Mercoledì 13 luglio 2016 – Circolo Polare – Mo i Rana (N) - Harran (N) –

E6 verso Sud, esco da Mo i Rana, dopo 1.500 m. CS a Langneset scarico per chimico 66 18 15.7 N – 014 07 24.5 E Riprendo la E6 Finneidfiord, Korgen SC e parcheggio dal ristorante Korgen (si mangia bene) 66 04 51.05 N – 013 49 31.00 E Korgfjell tunnel lungo 8.500 metri, Sandvik, Mosjoen Camping Ais Prezzo 280 Nok notte 65 50 02.9 N – 013 12 57.6 E Dopo 30 Km fermarsi in questo parcheggio per vedere le cascate di Laksforsen, piazzale GRATUITO nel quale si può anche pernottare 65 37 00.10N – 013 18 23.25 E Dopo 40 Km SC 65 19 32.66 N – 013 22 39.13 E Ancora 30 Km per foto ARCO fra Nordland e Trondelag con area sosta, shop, acqua e WC, area buona anche per una sosta notturna 65 06 03.55 N – 013 20 36.60 E Altri 23 Km ed altro SC, questa volta vicino al fiume Namsen 64 55 50.40 N – 013 08 14.00 E Haugen, Trones, Aasseveet, HarranCamping Harran, (120 Nok = € 12,00). Campeggio in piano e molto tranquillo. Panoramico N 64 33 30.15 - E 012 28 57.05 Altrimenti 3 Km più avanti, dopo Fiskem, Parcheggio in asfalto di un grande vivaio di salmoni “Namsen Laksakvarium” (costo visita 80 Nok) su E6 con Shop di souvenirs. 64 32 38.70 N - 012 27 16.25 E Km. 350 – Totale Km. 8.466

circolo polare artico A6Fine Nord Norge Inizio trondelag

(N) – Circolo Polare Artico su A6               Fine Nord Norge – Inizio Trøndelag

Giorno 33 – Giovedì 14 luglio 2016 - Harran (N) – Trondheim (N) –

Riprendere la E6 Gartland, Grong Sosta qui per foto al pescatore 64 29 17.94 N – 012 20 53.47 E E qui 64 27 53.30N – 012 18 49.45 E a Grong, per foto monumento agli orsi davanti alla Spare Bank. Steinkjer SC con cascatella 64 01 00.05 N – 011 29 56.12 E Altro comodo parcheggio in questo centro commerciale Rema 1.000 per rifornimento cambusa 64 00 42.90 N - 011 29 35.90 E Sorlia, Maere, Sparbu, Rora, serie di tunnels Skatval, Stjordal, Hommelvik, Malvik, Uscita 41, Trondheim. Camping B. Olsen, Flakkvegen 49 - Bosberg - Tariffa € 36,00 completo di tutti i servizi. 63 27 00.30 N - 010 12 05.16 E Altre possibilità: seguendo le indicazioni "sentrum" ci si trova in Prinsens Gate poi, appena superato il Duomo, svoltare a dx in Bispegata, 63 25 39.55 N - 010 23 42.70 E Qui c'è un parcheggio a pagamento (chiuso di notte), ci sono posti sosta anche nelle vicinanze e la posizione è ottima per la visita al Duomo ed al quartiere Bryggen con le colorate case di legno su palafitte che si affacciano sul fiume. Piazza centrale Torget è a pochi passi, così come la via principale Munkegata. L'ufficio Turistico si trova in Nordre Gate 11 (edificio moderno rossastro). Parcheggio GRATUITO usufruibile anche per la notte, è diviso in due settori, uno per i camper ed uno per le autovetture. 63 25 34.10 N - 010 22 56.95 E In 10 minuti si arriva in centro per visitare la Cattedrale Nidaros Domkirke ed il Palazzo Arcivescovile, la chiesa originaria del XII secolo, mescola vari stili architettonici, è costruita in steatite blu e grigio-verde con guglie e tetto verderame, è un autentico gioiello, la visita è a pagamento (60 NOK sola cattedrale, 120 NOK cattedrale, Arcivescovile e Tesoro). Passeggiando per la Munkegata, la via principale, vedrete la Var Frue Kirke, il Palazzo Reale di stile barocco e rococò; la piazza Torvet con le sue bancarelle e la statua di Olaf Tryggvason, fondatore della città. Spostarsi sulla via pedonale ed arrivare a Midtbyen per vedere i caratteristici magazzini Bryggen, quindi andare a fotografare il ponte vecchio Gamle Bybro. Salire alla Fortezza con ampio piazzale dove non si può sostare di notte, dai bastioni si ha una bella vista sulla città. 63 25 34.10 N - 010 22 56.95 E Ho pernottato nel parcheggio del supermercato Rema1.000, asfaltato, illuminato, tranquillo 63 26 49.56 N - 010 26 33.26 E Km. 256 – Totale Km. 8.722

Trondheim vecchio ponteTrondheim cattedrale Nidaro

(N) – Trondheim – Il vecchio ponte           Trondheim, cattedrale Nidaro

Giorno 34– Venerdì 15 luglio 2016 - Trondheim (N) – Kristiansund (N) - Lysoya (N - Isola di Averoya) 

Esco verso Sud imboccando il ponte direzione Elgeseter 63 25 30.6N – 010 23 36.8 E quindi seguo la E6 verso Leinstrand rotonda 63 19 20.9 N – 010 18 12.9 E Da questa rotonda la E6 diventa E39 Buvika, Borsa, Orkanger, Henna Liaboen, Halsanaustan, Halsa (traghetto), Kanestraum. Punto di imbarco traghetto che da Halsa porta a Kanestraum in 20 minuti, costo di 95 Nok= € 10,50 63 04 06.63 N - 008 13 40.21 E Sempre sulla E39 Oydegard 2.500 metri dopo Oydegard (al bivio a destra), si trova Tingvoll ampia area con distributore STATOIL, market aperto dalle 9:00 alle 20:00 con sportello bancario ed idonea sosta notturna 63 00 39.45 N – 007 58 30.11 E A questa rotonda di Oydegard, prendere la prima uscita per il tunnel 62 58 33.35 N – 007 47 16.10 E imboccare il tunnel Freifjord sulla 70, lungo 5.000 metri che passa 80 metri sotto il mare direzione Kristiansund 62 58 57.0 N - 007 47 42.8 E Storbakken ponte a sinistra Omsundet Rosseren, Kristiansund. Piazzale antistante porticciolo. 63 07 17.9 N - 007 43 45.9 E Senza nessuna pretesa, sterrato ghiaioso, illuminato, GRATUITO, tranquillo. Proseguo il viaggio, spostandomi di 700 metri verso Nord dove inizia il Tunnel sottomarino fra Gomalandet/Oksenvagen, lungo 6 Km a pedaggio 130 Nok = € 13,50 pagabili all'uscita solamente in contanti (Nok) 63 07 32.56 N - 007 43 28.30 E Bremsnes, Vebenstand, Vebenstad. Dopo 4 Km, prendo a destra la Fv251 che in 5 Km. mi permette di arrivare a Lysoya (Averoy), pernotto al Lyso Camping Kleven - Servizi spartani, fondo erboso, Nok 250,00 = € 27,50 a notte per camper e conduttore 63 02 21.75 N - 007 24 43.45 E
Km. 282 – Totale Km. 9.004

Giorno 35 – 19 Luglio 2016 – Lysoya (N - Averoy) – Kårvåg (N) - Bud (N) – Molde (N) – Åndalsnes (N) – Trolls

Trascorro tutta la mattinata, percorrendo 2 volte il percorso centrale (8 Km.) per scattare um mare di foto di questo incantevole angolo di Paradiso. Quattro sono i punti panoramici con area di sosta lungo la Strada dell'Atlantico, Eldhujoya, Askevagen, Kjeksa, Geitoya e Myrbaerholmbrua. (inizio zona foto) dopo 2 Km. a DS sempre sulla Rv64 inizio del pezzo più bello della Strada Atlantica, all'incirca 8 Km dopo l'inizio della strada, sosta qui 63 00 30.10 N – 007 18 13.85 E quindi a piedi, ti sposti su questo cocuzzolo 63 00 30.25 N – 007 18 07.10 E Vevang, Farstad, Hustad, Vikan, Ersholmen, Bud cittadina distante 50 Km da Kristiansund, sosta per foto postazione cannoni Tedeschi 62 54 25.50 N – 006 54 17.04 E Continua su 664 Tornes, Moen, Malme, NON prendere il Tussen tunnel, ma imbocca a sinistra la 64 e seguila fino a Molde. Visita breve alla cittadina per foto, costeggiando ritornare verso Aro, 64 imboccare il tunnel sottomarino lungo 2.5 Km. all'altezza dell'aeroporto ed uscire a Bolsoya dove c'è un altro ponte lungo 1 Km, Rovika diritto per Nesjestranda, sempre sulla Rv64 arrivare fino al Molo per l'imbarco/sbarco del ferry Solsnes/Alfarnes, (ogni 15/30 minuti) costo 80 Nok.= € 9,00 per 13 minuti di traversata 62 41 05.33 N - 007 27 50.10 E Lasciato il ferry, dopo 50 Km AA Eidsbygda 230 Nok = € 25,50 attrezzatissimo, con lavatrice ed asciugatrice in riva al Romsdalfjorden 62 35 23.73 N – 007 31 76.39 E
Km. 124 – Totale Km. 9.128

strada atlanticaBud Bunker tedesco ora museo

(N) – Strada Atlantica                                  Bud - Bunker tedesco, ora museo

Giorno 36 – Domenica 17 luglio 2016 – Eidsbygda (N) – Åndalsnes (N) – Gudbrandsjuvet (N) –

Proseguire per Saltkjelsnes, il Romsdalsfjorden sulla tua destra, Isfjorden, Åndalsnes. Stazione ferroviaria in Jernbanegata - Cappella completa nella carrozza ferroviaria di un treno. Si può visitare solamente nel pomeriggio. 62 34 01.0 N - 007 41 22.0 E Proseguire sulla E136 per 5 Km, ed in questo punto 62 31 58.9 N – 007 44 11.7 E gira a destra, passa sul ponte del fiume Rauma (foto) e continuare sulla Rv63 per il passo Trollstigen, meglio nota come Ørnevegen “Strada delle Aquile” direzione Valdal (segnalata). Affrontare con calma la salita di questo percorso, certamente impegnativo per la forte pendenza (10%) e per il susseguirsi di undici tornanti, comunque piacevole per la bellezza del panorama circostante e per la ricchezza delle fragorose acque che scivolano giù per i pendii della montagna, fino ad arrivare sul pianoro alto 700 metri, dove c'è il parcheggio e sosta camper anche per la notte: asfaltato, con punto ristoro, negozio souvenirs e diversi punti dai quali ammirare gli squarci di questo splendido panorama. Sul calar della notte, auto e pullman rientrano a valle, lasciando libero gran parte del parcheggio. Tutto intorno montagne alte 2.000 metri, e 2 cime vicine una all'altra: Bispen e Kongen. Continuare a salire sulla Rv63 fino a raggiungere e superare il vero e proprio passo, parcheggio 62 25 57.2N – 007 39 27.6 E per foto, e qui un altro parcheggio a sinistra 62 24 59.5 N – 007 38 25.7 E Dopo circa 12 km. c'è la possibilità di sosta, anche notturna, in un’area con WC e più avanti ancora un’altra in un parcheggio asfaltato dove ci sono le cascate Gudbrandsjuvet, Mi fermo per foto e rimango anche per la notte, il solo rumore che arriva un poco attutito, è quello fragoroso e meraviglioso dell'acqua delle cascate 62 19 50.66 N - 007 28 14.44 E Km. 69 – Totale Km. 9.197

Andalsnes cappella sul vagoneFv63 del Trollstinger

(N) – Andalsnes, cappella sul vagone              Fv63 del Trollstinger

Giorno 37 – Lunedì 18 luglio 2016 - Gudbrandsjuvet (N) – Valldal (N) - Geiranger (N) -

Grandi coltivazioni di fragole e begli squarci panoramici ravvivano il viaggio. A Valldal finisce la lunga discesa dei Trolls, e, costeggiando lo Storfjorden, arrivo al molo di Linge a metà mattinata. Traghetto Linge/Eidsdal ogni 30minuti (traversata 10 minuti). Costo 73 Nok = € 8,00. 62 17 04.5 N - 007 11 13.4 E 9 Km dopo Eidsdal, magnifica SC GRATUITA sulla Rv63 davanti ad un laghetto con spiazzo sosta, WC , vicino al ponte sul fiume Eid 62 11 38.5 N - 007 08 39.3 E Dopo il tunnel Oppstred, approfitto di questo parcheggio per foto 62 08 08.7 N – 007 11 06.6 E Altro grande parcheggio con una magnifica cascata 62 07 33.3 N – 007 10 03.9 E Affrontare con calma gli 11 tornanti in discesa che da Mollsbygda portano a Geiranger. Tourist Office 62 06 08.05 N – 007 12 19,45 E
Molo imbarco/sbarco ferry 62 06 12.44N – 007 12 10.75 E
Geiranger – Giro del fjordo con la MS/Geirangerfjord, vi porteranno vicino alle famose cascate Sette Sorelle, con la guida che spiega la storia del fjordo. Durata: 1,5 h
Prezzo: 225 Nok = € 25,00 adulti per 1,5 ore.
Guida: audio speakers in (Norvegese, Inglese, Tedesco, Francese)
Facilities: kiosko con con snacks e bevande, WC, area interna con finestre panoramiche e piattaforma esterna per scattare foto. Capacità: max. 165 passeggeri
Dal ponte del Gerangerfjord, non riuscendo a staccare gli occhi dai fiordi che si aprono tra i monti, alle innumerevoli cascate, dagli uccelli col becco rosso che si tuffano a pescare e rimangono sott’acqua tantissimo tempo. Ora l’acqua ha tutte le sfumature d’azzurro, ed il sole chissà perché non la colora d’oro, ma d’argento. Si vedono montagne ricoperte di neve e ghiaccio. Mi viene quasi un’indigestione di cascate – sono troppe, troppo belle, troppo diverse, troppo uguali. Alcune, per distinguersi dalle altre, si vaporizzano a mo’ di velo da sposa, alcune scrosciano grosse grasse ed impetuose, altre hanno fatto la dieta e sono sottilissime, altre intrappolano arcobaleni, altre ancora intrappolano dietro a sé addirittura dei sentieri... Mi gira la testa, non ne posso più di questi fiordi troppo stupefacenti... Il colpo di grazia me lo danno le cascate Brudesløret (il Velo della Sposa), delle Sette sorelle (De syv søstrene) sulla destra ed il Frate, o Pretendente, sempre sulla destra proprio prima di entrare nell’insenatura di Geiranger. Il paesino di Geiranger è insignificante, sono le montagne circostanti che meriterebbero una settimana di escursioni. Decido di fare una passeggiata apparentemente alla mia portata. Il depliant che distribuisce l’ufficio turistico di Geiranger è però incomprensibile ed ingannevole, perché ti fa credere che ci voglia un’ora laddove ce ne vogliono quattro. Anche la signorina dell’ufficio, come al solito tutta latte e miele, assicura che per l’itinerario che mi garba ci vuole poco tempo e poca fatica. Evidentemente non l’ha mai fatto e si è fatta ingannare anche lei dal depliant. (Almeno non sono io il cretino che non ha capito) Perciò mi faccio sorprendere dalla sera forse neanche a metà cammino programmato e sono costretto a malincuore a ritornare senza aver visto un’ennesima cascata, una di quelle dove c’è un sentiero che le passa dietro. Peccato. La mia unica consolazione è l’incontro con uno scoiattolo ed una scorpacciata di lamponi gustosissimi nel bosco. Pernotto in questo parcheggio libero 62 06 02.34 N - 007 12 17.49 E Km. 49 – Totale Km. 9.246

Geiranger le sette sorelle

Geiranger, le sette sorelle

Giorno 38 – Martedì 19 luglio 2016 - Geiranger (N) - Lom (N) – Gaupne (N) -

La Strada Turistica Nazionale Rv63 del Sognefjellet porta al più alto passo montano dell'Europa del Nord (punto più alto 1.434 metri sul livello del mare). I suoi 108 chilometri sono contraddistinti da molti record: il Sognefjord, che con i suoi 204 chilometri è il fjordo più lungo al mondo. Il più ampio ghiacciaio sul continente norvegese, lo Jostedalsbreen, e Galdhøpiggen, la più alta vetta della Norvegia. Ci sono cinque punti panoramici con area di sosta completi di strutture dal design audace lungo la Strada Turistica Nazionale del Sognefjellet. Qui scoprirete la grandissima interazione tra natura ed architettura, Liasanden, Mefjellet, Nedre Oscarshaug, Vegaskjelet e Nodre Strond. Continuare sulla Rv63 salendo al 9% fino a Lom (100 Km). Soste foto di Geiranger e fjordo 62 05 33.1 N – 007 13 28.2 E 62 05 22.8 N – 007 13 23.9 E ultima 62 04 39.4 N - 007 14 03.6 E Lago Djupvatnet ad una altitudine di 1.038 metri, Ghiacciaio del Dalsnibba 50 Km. fino a Lom, sosta per foto della stavkyrke in legno 61 50 23.3 N - 008 33 57.8 E Da Lom (quota 370 metri), prendere la Rv55 e scalare lo Sognefjell passo a (1.440 metri). Dopo 25 Km Sosta hotel Elveseter, foto hotel e colonna della Saga 61 42 13.0 N – 008 17 11.8 E Dopo 5 Km Area panoramica Liasanden 61 40 45.6 N – 008 13 38.4 E Ancora 3 Km seconda area panoramica Vegaskjelet 61 39 59.4 N – 008 10 55.1 E A 18 Km Krossbu e, a 2 Km, passo Sognefjell 1434 m. – 61 33 50.1 N – 008 00 28.1 E Inizia la discesa, a 3 Km area panoramica Mefjellet 61 33 32.0 N – 007 57 21.1 E 14 Km di discesa, Area panoramica Nedre Oscarshaud 61 30 29.9 N – 007 48 39.6 E Fortun, Skjolden, Luster, Gaupne, stop per la notte a Grandane, al Pluscamp Sandvik Nok 270 = € 30,00 (10 m.s.l.) 61 24 06.35 N - 007 18 05.85 E Km. 266 – Totale Km. 9.512

Cascata Gudbrandsjuvet

(N) – Cascata Gudbrandsjuvet

Giorno 39 – Mercoledì 20 luglio 2016 - Gaupne (N) – Sogndal (N) - Kaupanger (N) – Flåm (N)–

Continuare sulla 55 Marifjora, Sogndal, al T a sinistra, attraversare il ponte Loftesnes 5 Kaupanger, sosta qui per foto chiesa in legno 61 11 03.7 N – 007 14 00.5 E Amla tunnel lungo 3 Km. per sbucare direttamente sul piazzale asfaltato abbastanza grande e tranquillo all'uscita del tunnel ed al lato del molo d'imbarco Manheller/Fodnes. Navigazione 15 minuti - Partenze ogni 20 minuti dall'ora. Costo traghetto per il trasporto camper fino a 6 metri e conducente Nok 106 = € 12,00 61 09 38.8 N - 007 20 03.4 E Da Fodnes, imboccare il Fodnes tunnel lungo 6.600 metri il quale ti porta a Lærdalsøyri. Proseguire e, a questa rotonda 61 03 53.1 N – 007 30 20.1 E segui diritto sulla E16 per 20 Km. Borgund Parcheggio Stavkirke più famosa della Norvegia 61 02 48.9 N – 007 48 46.4 E Nok 70 = € A due Km da Borgund, SC GRATUITO 61 02 58.8 N – 997 45 06.1 E Ritornare fino alla rotonda, a sinistra imboccare il Lærdaltunnel, tunnel più lungo del mondo, 24.500 metri 61 03 50.9 N - 007 30 04.5 E All'interno, ogni 6 Km. c'è la possibilità di fermarsi e sostare per ammirare e scattare foto a questa opera fantastica illuminata con luce di colore blu. Usciti dall'altra parte, c'è Sosta Camper qui 60 53 55.1 N – 007 12 40.3 E Aurland, Flåm. Pomeriggio avanzato, lascio il camper nel parcheggio GRATUITO diurno (vietato pernottare) 60 51 54.75 N - 007 006 58.37 E Vado a zonzo per Flåm pieno di turisti (2 navi passeggere sono attraccate al molo), quindi all'Ufficio Turistico per cartine ed informazioni. Nell'ufficio accanto compro biglietto per la Flambana di domani. Finalmente posso pernottare GRATUITAMENTE qui 60 51 32.72 N - 007 006 25.84 E Km. 266 – Totale Km. 9.512

Giorno 40 – Giovedì  21 luglio 2016 – Flåm–

Magnifica giornata di sole, alle 8:00 lascio il camper nel parcheggio GRATUITO ed in 5 minuti a piedi sono in fila al capolinea della stazione. Alle 8:35 si parte per arrivare a Myrdal nella municipalità di Aurland del Sognefjord dopo 1 ora (costo biglietto 340 Nok = € 38 Sosta di 5 minuti sulle cascate del fiume Kjosfossen per foto. Riparto (stesso treno) per arrivare a Voss dopo 1 ora (costo biglietto 123 Nok = € 13,50 Mi attardo nella visita della piccola cittadina di Voss. Alle 13:25 davanti alla stazione ferroviaria prendo l'autobus per Gudvanger Nok 108 = € 12,00 Breve camminata, ed eccomi in coda per acquistare il biglietto dell'ultima tratta di questo periplo, Guvanger – Flåm, che navigherò a bordo del magnifico traghetto Vision of the Fiords, prezzo biglietto Nok 550 = € 61,00 In attesa del traghetto, ho l'occasione di conoscere e simpatizzare con una coppia di giovani sposi di Bibbiena (Arezzo) giramondo anche loro con una potente moto BMW, ciao Roberta e Roberto (R²) !!! Lo stretto e spettacolare Naerøyfjord, è circondato da scoscese montagne e cime innevate che sfiorano i 1.800 metri con bellissime cascate e pittoreschi villaggi, vecchie fattorie ,oramai abbandonate, abbarbicate sulle pareti del fiordo tutte con una storia che ci viene raccontata dalla guida in lingua Inglese. Dopo 2 ore di navigazione, alle 17:30 approdiamo a Flåm dove riprendo il camper per andare a pernottare nel locale camping Flåm Camping og Vandrarheim in Nedre Brekkevegen 12, prezzo abbordabile, Camper ed una persona Nok 220, elettricità Nok 60 totale 280 Nok = € 28,00. Camping ubicato su più terrazze, bisogna attendere un incaricato che viene ad indicarvi cammino e piazzola designata, dovuto allo spazio ristretto 60 51 47.6 N - 007 06 36.1 E

18 Terribile scalataLom Storstabburet

(N) – Terribile scalata                                      Lom, lo Storstabburet

stele alla saga19 Lom Stavkirke antica chiesa in legno

(N) – Stele alla Saga            Lom – Stavkirke, antica chiesa in legno

Giorno 41 – Venerdì 22 luglio 2016 - Flåm (N) – Salhus (N) - Bergen (N) – Fantoft (N) – Fusa (N) – Haga (N) -

Lascio Flåm e mi immetto sulla E16 poi imbocco il Flenja tunnel lungo 5.000 metri, all'uscita a sinistra, imboccare il Gudvangen tunnel lungo 11.300 metri, Gudvangen, Stalheim, Vinje a sinistra, 13 Reppen, Vossevangen a destra, Bulken, Evanger, Bolstadoyri. Per acquisti, ricordate Evanger e Dale, sono una rinomata fabbrica di coloratissima maglieria norvegese. 60 35 15.0 N - 005 49 08.0 E Continuo sulla E16 Stanghelle, Vaksdal, Trengereid, Arna, Asane, Sandviken, Bergen. SC Caravan Center in Damsgardveien. Seguire scrupolosamente le indicazioni per Sentrum, Damsgard, Caravan Center 200 Nok 60 22 56.2 N – 005 19 03.8 E AA a Nord di Bergen, Sandviksveien 585 presso Sjogaten/Bobil Parking 140 Nok 60 24 21.5 N – 005 19 23.5 E Bergen, durante il medioevo faceva parte della Lega anseatica, la lega mercantile che riuniva le più importanti città portuali e commerciali del Nord Europa, per questo motivo era infatti la città più ricca e potente della Scandinavia. Il suo cuore è tutt'oggi Torget, la piazza affacciata sul Vaagen, il porto. Qui si svolge l'animato e colorato mercato del pesce. Il Bryggen è l'antico centro commerciale della città, si trova sul lato settentrionale del porto ed è costituito da bellissime case di legno colorate ed allineate lungo la banchina. Anche se le case originali vennero per lo più distrutte da un incendio all'inizio del '700, le attuali mantengo la struttura e lo stile medievale. Un tempo era la residenza dei mercanti tedeschi, ora le sue stradine strette ospitano musei, ristornati e negozi. Tra i musei da visitare sono il Museo Anseatico, che offre uno spaccato della vita dei mercanti medievali, e il Bryggens Museum, il museo archeologico dove è possibile vedere le antiche fondamenta del quartiere.Nel pomeriggio visita alla Troldhauhghen, la casa dove morì il compositore norvegese Edvard Grieg, che si trova vicino al lago Nordaass, ad un decina di km a Sud dal centro della città. Ora ospita un museo dedicato all'artista ed una sala da musica. Con la Bergen Card si possono usufruire corse gratuite in autobus all'interno del centro cittadino, ingresso gratuito in gran parte dei musei e delle attrazioni della città, possibilità di sconti su molti tour turistici, visite guidate, punti di interesse culturale e parcheggi. Gli abitanti di Bergen, si dice, si distinguono dagli altri norvegesi perché hanno i piedi palmati, a causa del fatto che a Bergen piove 350 giorni all’anno. Alle ore 15:00 con l’autobus n° 31 costo 46 Nok = € 4,70 vado alla la funivia al monte Ulriken, biglietto salita e discesa costa 90 Nok = € 9,50. Da sopra, il panorama è bellissimo, si vede tutta Bergen ed anche oltre. Si può salire e scendere anche a piedi, ma ci vogliono due ore di cammino. Bergen è una città molto bella ed accogliente, con molte attrazioni per tutti i gusti racchiuse in poco spazio. Bryggen: è la via degli antichi depositi dei pescatori, ristrutturati con facciate variopinte; tra di essi, un dedalo di viuzze, vicoletti, scale interne che portano a negozietti, uffici ed esposizioni di artisti. Veramente caratteristico. Dietro, sulla Ovregaten, il quartiere di Bryggen con edifici molto curati. Hakonshaven (la sala di Hakon): edificio medievale in fondo alla piccola penisola (ingresso adulti 40 NOK), con la splendida sala delle feste e il seggio di re Hakon. Domkirken: il Duomo di Bergen, la cattedrale della città, una chiesa in pietra semplice e spoglia, eretta tra il XII e il XIII secolo (ingresso libero). Floyebana: la funicolare di Bergen che porta alla collina di Floyen (320 m.s.l.m.), con bei panorami sulla città, sui fiordi e sulle isole circostanti. Costa 80 NOK a testa andata e ritorno (35 NOK bambini). Maria Kirken: chiesa in pietra del XII sec. con notevole altare barocco (ingresso 20 NOK); splendido l’organo a canne. Vedere Treet (albero di Bergen) casa in legno più alta del mondo 60 22 57.7 N – 005 19 01.0 E A 20 km N dal centro di Bergen si trova il Museo dell'Industria Tessile Norvegese (Norsk Trikotasjemuseum) in Salhusvegen 201 Qui ho seguito un tour guidato all'interno di questa antica fabbrica. Si visitano le stanze in cui si cardava la lana e la si avvolgeva in grandi bobine, dove si tesseva e si cucivano i prodotti finiti e vedere i vecchi macchinari in azione. Qui viene proiettato un film sul vecchio maglificio di Salhus, nel quale gli operai raccontano la vita all'interno della fabbrica. Il maglificio fu fondato nel 1859 e chiuso nel 1989 (130 anni). Nel 2001 il Museo dell'Industria Tessile Norvegese venne inaugurato nell'antico edificio della fabbrica. Tour guidati ogni giorno dal Martedì al Venerdì, (alle ore 12:00, alle ore 13:00 ed alle ore 14:00). Sabato (13:00, 14:00, 15:00 e 16:00). Durata visita museo da 1 ora e 30 minuti a 2 ore.Manager, Ann Kristin Ramstrom - Indirizzo : Salhusvegen 201, Salhus Norvegia. Ph. + 47 – 55 25 10 94 Ora in neretto OK Tariffa : Adulti Visita e film = 60 Nok – Sola visita = 30 Nok – Per i possessori della carta Bergen : GRATUITO Buon parcheggio prima della fabbrica alla base della ciminiera 60 30 27.9 N - 005 16 17.7 E La strada costiera norvegese E39 tra Bergen ed il Prekestolen deve attraversare continui bracci di mare, alcuni anche molto larghi. Lasciata Bergen, percorrere la 585 fino a Fantoft, 55 Nok = € 6,00 per visitare questa chiesa favolosa Birkelundsbakken - Stabkirche 60 20 21.4 N - 005 21 11.6 E A 3 Km di distanza, a Bergen Troldhaugen, visitare la casa museo di Edward Hagerup Grieg, compositore e pianista (1843-1907). Piccola casa museo sulle rive del lago Nordås. I più noti: concerto per pianoforte in La minore, le musiche di scena per il Peer Gynt di Henrik Ibsen e per alcuni dei suoi Pezzi lirici. 60 19 12.3 N - 005 19 52.4 E Proseguire e, a Paradis, prendere la 582 per Nesttun, E39 Kaland, Softeland, Osoyro, 552 verso Nord e prendere il primo traghetto Hattvik/Venjaneset camper con conducente Nok 80 = € 9,00 tempo di navigazione 12 minuti. Proseguire sulla 552 Fusa, Eikelandsosen, 48 Holmefjord, Tysse, Fv7 Samnanger-Bjornefjorden-Lona Mi fermo in questo parcheggio sulla Fv7 buono anche per il pernottamento, con me ci sono altri 3 camper, WC con lavandino e possibilità di scarico chimico. Devo dire anche che questa sosta è allietata anche dal fragoroso e continuo rumore prodotto dalle vicine cascate distanti meno di cento metri. 60 23 27.34 N – 005 50 26.47 E Km. 329 – Totale Km. 10.116

Laerdals tunnel lungo 24 kmFlamsbana da Flam a Myrdal

(N) – Laerdals tunnel lungo Km.24,500          Flamsbana, da Flåm a Myrdal

Giorno 42 – Sabato 23 luglio 2016 - Samnanger-Bjornefjorden-Lona (N) – Kvanndal (N) – Nesvik (N) – Jørpeland (N) –

La tappa di oggi mi vedrà impegnato a fotografare un gra numero di cascate, la prima sosta per vedere e fotografare la cascata non alta, ma molto impetuosa avendo alla sua destra, l'altissima cascata Fossen Bratten. A seguire, Eikedalen. Dopo 15 Km altro parcheggio per visitare altra cascata, la Steinedalsfossen con sentiero pedonale che passa sotto la cascata 60 22 11.80 N – 006 06 36.37 E Norheimsund, costeggiare l'Hardangerfjord, Oystese, Alvik, Kvanndal, Folkedal, Granvin, a destra Folkedal, Kvanndal. molo per imbarco/sbarco ferry Kvanndal/Utne, costo Nok 95 = € 10,50 Scon il Sorfjorden sulla sinistra, sulla 550 per Grimo, Aga, Odda, Sandvin, Skare, Nesflaten. tunnel Roldal lungo 4.673 metri Dopo 40 Km. a questo bivio a destra sulla 46 per Sand 59 28 33.2 N – 006 17 16.6 E Parcheggio per visita e foto cascate 59 28 56.05 N – 006 15 29.56 E andare a fotografare la cascata Sandsfossen: non è particolarmente alta, ma è molto larga ed il suo potente scroscio mette quasi paura. La cascata è a pochi passi dal centro del villaggio di Sand. Ripercorrere i 2 Km. sulla 46, al bivio a DS sempre sulla 13 Vindsvik e a Nesvik c'è il molo per imbarco/sbarco ferry Nesvik/Hjelmeland, costo 73 Nok = € 8,00. Ardal, Tau Tau. Tau, Parcheggio 59 03 55.12 N – 005 54 39.50 E Tre mulini in legno completamente restaurati situati nel loro ambiente naturale di fronte alle acque e proprio a fianco al moderno mulino, rendono gli antichi mulini un luogo che merita una visita. A piedi fin qui Kvernvegen Molleparken 59 03 51.4 N – 005 54 46.7 E Solbakk, Altro AA a 8 Km Preikestolvegen 97 Nok = € 38,00 58 59 57.1 N – 006 05 32.8 E Pernotto nel parcheggio Rema 1000 con altri camper 59 00 59-65 N - 006 002 16.87 E Km. 315 – Totale Km. 10.331

Giorno 43 – Domenica 24 luglio 2016 - Jørpeland (N) – Preikestolen (N) – Oanes (N) – Stavanger (N) – Brusand (N) -

Mi alzo presto e riprendo la strada 13 verso il Preikestolen: dopo 4 km giro a sinistra e percorro altri 6 km su una comoda strada asfaltata che porta al rifugio Preikestolen, dove il parcheggio costa 150 NOK = € 17,00 fino alle 14:30 Siamo a Ryfylke,un distretto della contea di Rogaland, situata a Nord di Stavanger e ad Est di Haugesund. Il Lysefjord è forse la più famosa parte del Ryfylke. Conviene sempre salire con delle scarpe da trekking o da montagna e prima di partire, infilarsi uno slip da bagno e portare nello zaino acqua, biscotti, asciugamano, magliette asciutte ed un k-way per eventuale pioggia. Escursione più lunga e più rinomata del viaggio. La salita a piedi per arrivare alla roccia del Pulpito è lunga 3,8 km., ed ha tre strappi di salita ripida, abbastanza faticosi, mentre il resto è un sali-scendi che permette di riprendere fiato. E' un sentiero frequentatissimo che si snoda tra rocce ed acquitrini (evitati grazie a lunghi ponti di legno): si va dai 300 metri del parcheggio ai 604 metri del pulpito. La discesa è in più punti impegnativa, per via del terreno quasi sempre roccioso, circa due ore per salire, mentre per scendere ce ne vogliono tre. Durante il percorso ci sono anche due laghetti, ed in uno dei due si può anche fare il bagno, se la giornata lo permette. La salita per il Pulpito è un po’ come una delle tante salite che si fanno nelle nostre Dolomiti; impegnative ma belle. Un bastone da montagna, di quelli con la punta d’acciaio, aiuta moltissimo nella salita. Quando si arriva su si assiste ad uno spettacolo unico ed entusiasmante sul Lysefjorden che lascia ben poco da dire. La roccia del Pulpito è un parallelepipedo di pietra, levigato ed abbastanza regolare, una rupe a strapiombo di 604 metri sul Lysefjorden; affacciarsi giù mette davvero i brividi. Salire ancora verso la vetta del Preikestolen e scendere per la diretta (all’andata sono salito per la cengia che gira attorno al costone roccioso), verso i due laghetti dove, secondo i cartelli, si potrebbe fare il bagno. Se ve la sentite, fatelo. Alle 13.00 al parcheggio, pronto per la doccia del rifugio 10 NOK = € 1,20 Ore 14:30 continuo sulla strada 13 direzione Stavanger, molo imbarco/sbarco ferry Loanes/Lauvvika, costo Nok 73 = € 8,00 tempo traversata 10 minuti 58 54 22.9 N - 006 04 29.5 sbarcare a Lauvvika, 13 Ims, 3 Km e, a questo bivio, a DS 58 53 26.7 N – 006 00 34.1 E Sandnes, E39 Stavanger. Giro città. Riparto verso Sud, 508 Rag, Kvernevik, Snode, Sola, 510 Reke Verdalen, 44 Bryne, Vigre, Arsland, Brusand. Su questo angolo fermarsi per fotografare i denti di Hitler, massi di sbarramento antisbarco posti sulla strada 44 lato spiaggia 58 32 23.51 N – 005 44 38.10 E Fermata e sosta per la notte 2 Km. dopo, presso Ogna camping AS, Nordsjovegen 4061 - Costo Nok 200 = € 22,00 Tutti i servizi. Spiaggia di Ogna a soli 200 metri 58 31 57.6 N - 005 46 17.8 E Km. 134 – Totale Km. 10.465

Sul Preikestolen

(N) – Sul Preikestolen  

Giorno 44 – Lunedì  25 luglio 2016 - Brusand (N) – Lindesnes Fyr (N) -

Seguire la 44 (E39) per Ogna, Egersund, Rekeland, Sokndal, attenzione strada stretta, piena di tunnel e canaloni scoscesi. Ana Sira, Flekkefjord, Egenes camping - 210 Nok = € 22,00 - Possibilità di carico, scarico ed elettricità 58 17 19.7 N - 006 42 57.2 E Eikjeland, prima di Rom, esattamente qui 58 09 37.1 N – 007 04 01.7 E a destra sulla 464 per Lyngdal, Fv401 Spangereid, 460 Lindesnes Fyr via Spangereidveien. Faro più antico e punto più a Sud della Norvegia. Ampio piazzale per visita e pernottamento 57 59 09.00 N - 007 02 95.90 E Km. 236 – Totale Km. 10.701

45 – Ma 26 - Lindesnes Fyr (N) – Kristiansand (N) -

Tornare indietro 12 Km fino a Spangereid, 460 per Vigeland, E39 Halse, Skinnsnes, Valand, Skagestad, Fidje, Brennasen, Hannevik, Kristiansand. Ufficio Informazioni Turistiche, in una strada vicino alla cattedrale: via Råhdusgt 6. La città è famosa per le sue vie che riproducono lo schema romano; come volle il fondatore, il re di Norvegia Kristian IV, il quale, nel 1641, intese creare questa cittadina ad immagine di Oslo. La riserva di caccia del re è oggi un ricco parco zoologico; uno dei più importanti d’Europa. Questo luogo fu, ed è un centro di importanza nevralgica per la strategia navale del mar Baltico e del Mare del Nord; a ricordo del passato rimane la fortezza di Odderoya, con i vecchi cannoni rivolti al mare. Kanonmuseum, arrivando da Brusand, entrare a Sogne, Holledale, Stausland, Langnesbygda, 456 Vagsbygd 457 verso il mare 58 05 30.3 N – 007 58 08.8 E Museo accesso da Fv457 Krooddevejen a 8 Km SW di Kristiansand (Movik Fort). Questo punto lo riconosci dal fatto che qui devi girare a sinistra subito prima del tunnel che porta all'isola di Flekkeroy lungo 2.321 metri. 58 05 42.6 N – 007 58 23.9 E Ubicazione dell'area sosta sterrata per la visita al museo 58 05 30.3 N - 007 58 08.8 E Per la sosta notturna ci sono 3 possibilità : la prima (dove mi fermo per il pernottamento) e la più centrale, Roligheden camping - Kristiansand, Framnesveien 10: prezzo Nok 250 = € 28,00 con corrente e WC. In realtà si tratta di un alaggio e deposito barche. Tranquillo 58 08 48.4 N - 08 01 44 E Il secondo rumoroso per vicinanza aeroporto, Hamresander Camping 58 11 35.9 N - 008 04 58.6 E Infine il terzo, Kristiansand Feriensenter - Dvergsnes 58 07 20.1 N - 008 03 57.6 E Km. 99 – Totale Km. 10.800

Kristiansund batteria tedesca

Kristiansand, batteria tedesca Vara

Giorno 46 – Mercoledì 27 luglio 2016 - Kristiansand (N) – Heddal (N) – Notodden (N) -

Lasciare Kristiansand sulla 41 Krakrbumoen, Birkeland, Herefoss, Dolemo, Amli, Tveitsund, costeggiare il lungo lago Nisse, Eidstod, tratto montano con tornanti (piazzole per foto), Kviteseid, E134 a DS x 134 Seljord, Sauland, Heddal, Sosta per foto della Heddal Stavkirke la più grande chiesa in legno della Norvegia 59 34 77.32 N - 009 10 39.82 E Area sosta per la notte a Notodden, 2.500 metri dalla Stavkirke, si trova fra l'aeroporto ed il fiume Heddola. Dalla E134, bisogna attraversare la pista dell'aeroporto. Staupa camping Reshjemvegen 59 33 58.2 N – 009 12 30.1 E Mi fermo per il pernottamento nel parcheggio Stavkirke 59 34 46.6 N - 009 10 25 E Km. 260 – Totale Km. 11.060

Heddal stavkirke

(N) – Heddal Stavkirke, una delle chiese in legno più antiche

Giorno 47 – Giovedì 28 luglio 2016 - Notodden  (N) – Oslo (N) –

Sempre sulla E134 direzione Strupa, Notodden, Sunnegrenda, Kongsberg, Drammen, Tranby, Asker, Sandvika, Oslo. Raggiungere il centro di OSLO con il bus numero 34, prezzo del biglietto che si fa in vettura, 30 NOK a persona per 24 ore: scendere vicino alla stazione ferroviaria. Visita all’ufficio informazioni turistiche nei pressi del Municipio per fare incetta di mappe e poi subito al Museo Nazionale di Oslo in Universitetsgata 13. Grande collezione di capolavori di Edvard Munch fra cui una versione del famosissimo Urlo (Skrik) con un allestimento perfetto di luci e ombre, e mostre temporanee di arte storica e contemporanea. Passeggiata nel centro sulla Karl Joans Gate che è la strada principale di Oslo, vedere la Cattedrale, il Parlamento. Tappa d'obbligo, il Municipio. Una piazza circolare contornata da portici che si congiunge con la struttura del municipio, palazzo a mattoncini rossi, due alte torri, molto caratteristico poi in fondo alla bella prospettiva il Palazzo Reale di Oslo: da non perdere il cambio della guardia. La fortezza di Oslo su di un promontorio che si affaccia all’ingresso del centro il panorama è suggestivo sul porto e sul resto della città. Il lungomare al centro di Oslo è risorto come un quartiere fatto di musei, ristoranti e vita urbana chic. Lo spettacolare museo d’Arte Moderna è stato disegnato da Renzo Piano praticamente sull’acqua. Prendere il Bus 20 o la T-bane per Tøyen, e da qui proseguite per cinque minuti a piedi seguendo il percorso indicato. Per il Museo dedicato a Munch, Tøyengata 53, dalle 10:00 alle 18:00 (da giugno ad agosto) e costa 60 NOK per gli over. Il Museo Munch (in Norvegese : Munch-Museet) è un museo di pittura dedicato all'artista Norvegese Edvard Munch 1863-1944. Al suo interno ospita circa 1100 dipinti, 3000 disegni e 18000 litografie. Si erge a Tøyen, nella parte nord est di Oslo, accanto al giardino botanico ed al museo di storia naturale. Pranzo al Kaffistova, un self-service dove tutto è molto elegante. Gustare piatti norvegesi a prezzi modici e con porzioni abbondanti. Polpette di carne fatte in casa ogni giorno e pesce fresco. Kaffistova Rosenkrantz gate, meno dell’equivalente di 30 euro in due. Passeggiata al Parco di Vigenland Vigenlandsparken Nobelsgate 32, tappa obbligatoria ad Oslo. Ci arriva il tram numero 13 o la metropolitana alla fermata Majorstuen. Ingresso gratuito; 212 statue di bronzo e granito e la gente a spasso ed i bambini che corrono e famiglie al pic-nic ed il monolito in fondo alto 14 metri. Raggiungere il trampolino di Holmenkollen, prendendo la linea ovest della metropolitana in direzione Frognerseteren. Un imponente monumento di acciaio e cemento, sulla punta in alto di Oslo l'ultramoderno trampolino di salto con gli sci. Due le possibilità di sosta per il camper: Skoyen, Oslo 59 55 05.2 N – 010 40 32.5 E Cinquanta metri prima di passare sotto le telecamere del tele pedaggio c’è l’ingresso per l’area attrezzata Sjølyst Marina. Appena entri, si prende subito a sinistra e si oltrepassa un ponticello stretto, poi a destra si può parcheggiare in riva al mare con WI-FI. Attenzione, perché durante i giorni di pioggia e di alta marea, l’acqua sale fino a lambire i veicoli in sosta dal lato mare, se avete le ciabatte elettriche collegate e posizionate sotto al camper.... Il pagamento è per un minimo di 24h, quando è nei paraggi è possibile pagare direttamente all’addetto che passa in bicicletta, oppure all’ingresso presso la macchinetta automatica con carta di credito, poi esporre la ricevuta in vista sul parabrezza. Costo 300 nok per 24/h = € 33,00 comprensivo di allacciamento elettrico, carico e scarico acque e wifi libero. C’è la possibilità della doccia (con gettone). Usciti dall’area – a destra – c’è la fermata del bus 32 per il centro; biglietto tramite l’autista, costa un bel sovrapprezzo ben 100 Nok per 2 persone per i 20 minuti di corsa necessari per portarvi vicino al municipio, sul molo di Aker Brygge : a piedi andare a vedere il nuovo teatro dell’opera (Opera house), la fortezza, in centro a percorrere il Karl Johans Gate (viale principale) Acquistare la Oslo card valida per 24 h. (320 nok. Cadauna = € 35,50).- Si scrive a mano sul ticket l’orario dal quale si vuol fare partire le 24 h. se lo marcate alle 18,30 prima di salire sul bus per tornare all’area di sosta dove avete parcheggiato il camper, l'indomani sfruttate la card per tutto il giorno. L'altra alternativa migliore, è l’Ekeberg Camping in collina bel segnalato Ekebergveien 65. Molto comodo il Bus per il centro. Piazzola con elettricità 350 Nok = € 39,00 Doccia calda (6 minuti) 15 Nok. 59 53 54.1 N - 010 46 24.7 E E' il più centrale Trovo il tutto esaurito per manifestazione sportiva. Per il pernottamento, ripiego qui, sotto questo passaggio pedonale per il forte 59 54 39.34 N – 010 44 31.38 E Km. 137 – Totale Km. 11.797

Giorno 48 – Venerdì  29 luglio 2016 - Oslo (N) – City sightseeing – Punto di partenza : Stop 1 - City Hall

Durata: 90 minuti – Frequenza: ogni 30 minuti Stagione: Giornaliero : dal 1° Aprile al 30 Settembre 2016 -1° partenza 10:00 – Ultima partenza 16:30 Partenze anticipate con navi crociera in porto. Il biglietto dura : 24 ore Prezzo a partire da Nok 300 = € 33,50
Stop 1 - City Hall – Gratuito, visita interno e carillon in 1 torre suona ogni ora
Stop 2 - Bjørvika Viewpoint – Nuovo rione nel vecchio porto
Stop 3 - Oslo Opera House – Rione Bjorvika, architetto Snohetta – facciata marmo
Stop 4 - Clarion Royal Christiania Hotel
Stop 5 - Oslo City Hall & Tourist Information – Ufficio turistico Oslo pass e map
Stop 6 - Stortinget, The Norwegian Parliament and Karl Johan Street
Stop 7 - Hard Rock Cafe Oslo and The National Gallery – Acquisto maglietta
Stop 8 - The Royal Palace and The Ibsen Museum – 13:30 cambio guardia
Stop 9 - The Vigeland Sculpture Park
Stop 10 - Norsk Folkemuseum, The Norwegian Museum of Cultural History
Stop 11 - The Vikingship Museum
Stop 12 - The Kon-Tiki Museum, The Polarship Fram and Maritime Museum
Stop 13 - The Vikingship Museum
Stop 14 - Norsk Folkemuseum, The Norwegian Museum of Cultural History
Stop 15 - Aker Brygge, Tjuvholmen
Stop 16 - Oslo City Hall and Tourist Information
Stop 17 - Christiania Square and Akershus Fortress
Non c'è una stazione centrale dei Bus ma quasi tutti convergono a Jernbanetorget davanti ad Oslo (Oslo Sentralstasjon)
Aker Brygge, già porto commerciale, ora area turistica con negozi, bar zone pedonali, locali notturni e ristoranti. Merita una passeggiata. Tjuvholmen, nuovo quartiere di Oslo, noto come il quartiere dell’arte con diverse gallerie. Ristoranti e bar sono noti per qualità e posizione. Baia Pipervika, dal cui Rådhusbrygge 3 (Molo 3) parte il Traghetto 91 per Bigdoy. “Zona centrale”Area della città comprendente i più bei edifici, tra cui il Palazzo Reale. Vigelandsparken Parco delle sculture, dedicato all'esposizione permanente di sculture ed altre opere dell'artista norvegese Gustav Vigeland.
Bigdøy Penisola con alcuni musei (Vikingskipshupet, Kon-Tiki Museet, Frammuseet) Traghetto Linea 91 da Rådhusbrygge 3 a Bygdøy.
Holmenkollen Parcheggio trampolino per il salto. 59 57 78.67 N – 010 40 10.32 E Nel primo pomeriggio, uscito dal campeggio e raggiunta la viciniore fermata, salgo sul Bus 34 che mi porta in città fino alla Jernbanetorget. Girovago molto piacevolmente nella “zona centrale” per conoscere la bella Oslo, tra cui la vivace Karl Johans Gate ed il prestigioso Palazzo Reale. - A : Jernbanetorget - B : Karl Johans Gate - C : Parlamento - D : Teatro Nazionale - E : Palazzo Reale via importante della città (da A ad E : 500 metri circa. Col Bus 34, rientro al campeggio, dove acquisto altri Tickets Bus per domani allorché scadranno le 24h. Al Campeggio prendo il Bus 34 fino alla fermata Jernbanetorget, davanti alla“Oslo S” , dove salgo sul Metro1 fino a “Holmenkollen”. A seguire vado al Parco di Vigeland, per ammirare la mostra all’aperto delle tante e belle opere scultoree dell’artista norvegese, che ha dato il nome al parco. Da “Holmenkollen” di nuovo la Metro 1, direzione opposta all’arrivo, fino a “Majorstruen”. Infine il Frammuseet, Museo della Nave Polare Fram di Amundsen (50,-nok/senior + 80,-nok/adult).Tram 12 fino a “Aker Brygge” , da qui qualche passo fino al Molo 3 nella Baia Pipervika per prendere il Traghetto 91 che porta a “Bigdohus” (circa 30’). Un “tour” interessante per le cose da vedere e da apprezzare, ma anche molto comodo, tenuto conto che tutti i trasferimenti individuali su bus, metro, tram e traghetto sono stati effettuati con un unico Ticket Bus/24h Visitare Victoria terrasse vicino al centro la Skrekken Hus = casa del terrore (sede Gestapo) e Solli Plass = statua in bronzo di Gunnar Sonsteby. Km. 58 – Totale Km. 11.255

Oslo trampolino HolmenkollenOslo Museo Fram esploratori

(N) – Trampolino di Holmenkollen           Museo Fram, esploratori Norvegesi

Giorno 49 – Sabato 30 luglio 2016 – Oslo (N) – Siggerud (N) –

Sono ospite di parenti di mia moglie. Km. 22 – Totale Km. 11.277

Giorno 50 - Domenica 31 luglio 2016 – Oslo (N) – Drøbak (N) – Borge (N) -

Lascio Oslo diretto verso Sud Drøbak, parcheggio porticciolo 59 39 40.65 N – 010 37 40.80 E DROBAK – A poco meno di 1 ora da Oslo, sul lato destro (Est) del fjordo di Oslo. Tipiche casette in legno del 1700/1800 e, di fronte, l'isola con la fortezza di Oscarborg. Nel centro di Drøbak 'è la piazza Torget con la casetta di Babbo Natale Tregaarden e l'ufficio postale dello stesso. Qui si trova la collezione permanente più grande della Norvegia in materia di Natale; si possono inviare cartoline con lo speciale timbro postale di Babbo Natale. L'acquario è presso il piccolo molo dove è l'unico posto dove preparano il Lutefisk (merluzzo preparato nella soda). Da piazza Sjotorget, si prende il traghetto per l'isola fortezza di Oscarborg, Nok 200 = € 22,00 tragitto di soli 5 minuti dove l'ingresso sull'isola è GRATUITO. La fortezza fu terminata nel 1.853 ed il nome deriva dalla visita di Re Oscar I° che la visitò nel 1.855. Fortezza famosa perchè le batterie dell'isola affondarono l'incrociatore Tedesco BLUCHER il 09 Aprile 1.940 durante la seconda guerra mondiale. Un'ancora è esposta qui, mentre l'altra è esposta ad Oslo. In estate si può partire da Oslo in traghetto direttamente da Aker Brygge. Nel porticciolo c'è un piccolo centro di informazioni turistiche, nell'ingresso della stessa struttura che ospita l'acquario. Se tardi, sosta alternativa a Kirkebo, SC ottimo piazzale per passare la notte nel (P) tra un distributore ed un Super 59 19 27.7 N – 010 57 18.2 E oppure AA Graker, Desideriasvei 41 a fianco della A6 tranquilla nel verde, accogliente, no scarico per chimico 59 19 06.2 N – 010 58 48.8 E Proseguo per Borge, il paese natio di Roald Engelbregt Gravning Amundsen Borge 16 luglio 1872 – Mar Glaciale Artico 18 giugno 1928 , Parcheggio 59 15 49.13 N - 011 04 46.84 E Framveien, 7 (aperto dalle 11:00 alle 16:00). Finalmente in serata, pernotto nel parcheggio di questo insolito e sperduto Supermercato 59 14 35.17 N – 011 00 57.55 E Km. 134 – Totale Km. 11.411

Giorno 51 – Lunedì 01 agosto 2016 – Borge (N) – Göteborg (S)

Continuo verso Sud sulla E6 (da Oslo, la frontiera Svedese appare a Svinesund ponte 59 05 40.00 N – 011 15 07.35 E dopo 110 Km con barriera di pedaggio). Continuo su E6 Hogdal, Munkedal, Kode, Kungalv, Goteborg. Utilizzo il Liseberg motorhome Park Skatås, vicino al parco giochi, ubicato a circa 3 Km ad Est della città. Ci sono 37 piazzole per camper con carico/scarico, corrente. Aperto da Maggio a Settembre 57 42 10.53 N - 012 02 08.01 E Altra Area Sosta Camper GRATUITA direttamente su E6 con WC a 20 Km. a Sud di Goteborg 57 33 11.6 N - 012 03 05.0 E Km. 216 – Totale Km. 11.627

Giorno 52 – Martedì 02 agosto 2016 - Göteborg (S) – Lund (S) –

Prima di partire, faccio un giro nel porto per fotografare il veliero 4 alberi Viking Barken (ora solamente hotel galleggiante), parcheggiare qui 57 42.1 N – 011 58 08.4 E Continuare sulla E20/E6 a Lindome - Area di sosta con wc e distributore carburanti 57 33 11.65 N - 012 03 05.05 Varberg, Halmstad, Angelholm, Helsingborg, Landskrona, Lund. Ufficio Turistico Botulsgatan 1 - Subito dietro la piazza del municipio 55 42 08.3 N - 013 11 35.3 E In questo quartiere tranquillo, trovo questo parcheggio dove pernotto 55 42 08.13 N – 013 10 35.68 E Ho tutto il tempo per prendere la bici e visitare il centro distante solamente un paio di Km. Ci si può parcheggiare anche nei pressi dell'Università, però è preferibile un parcheggio meno avventuroso nei pressi dell'area sportiva della città di fronte al Bowling l'indirizzo è Fasanvägen 2, 55 42 12.7 N - 013 10 37.7 E il parcheggio costa Kr 8/ora. Ufficio Turistico per mappe gratuite, 1 Botulfsgatan 55 42 08.3 N - 013 11 35.3 E Lund "la città delle idee" famosa per la sua Università 40.000 universitari la frequentano e poi "La Cattedrale di Lund" (in lingua svedese Lunds Domkyrka) è la cattedrale luterana costruita quando la Scania era Danese. Una volta all'interno, impossibile non notare il grande orologio astronomico del 14° secolo, (sulla sinistra dopo l'ingresso), due volte al giorno (12.00 e 15.00, la domenica alle 13.00), si attivano piccoli automi che si muovono e si incontrano, davanti al quadrante, sei figure di legno i Re Magi con Maria e Gesù. L'arzilla vecchietta che fa da guida lo descrive con assoluta precisione. Da non mancare, come molte altre città svedesi, il cuore urbano di Lund, molto ben conservato, da non perdere il museo all'aria aperta "Kulturen" 120 kr, l'ingresso 60 kr per gli studenti ed over, proprio nel centro storico della città è un museo a cielo aperto si possono vedere case tradizionali del sud della Svezia dal 17 ° secolo ad oggi.
Km. 276 – Totale Km. 11.903

Il viaggio prosegue e la prossima meta sul viaggio del ritorno sarà la DANIMARCA con Copenhagen! ... segue nella pagina seguente

 

You have no rights to post comments

button restiamo in contatto newsletter

GRATIS PER TE

le guide utili di vacanzelandi@

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi subito 2 GUIDE gratis

appuntamento nella tua casella di posta elettronica il mercoledì

button restiamo in contatto newsletter 

x

Seguici su

facebook you tube instagram  telegram s

CAMP

Trova le strutture con la nostra web app

camp vacanzelandia s

Campeggi, agricamping, aree attrezzate, concessionari, officine, eventi... Scopri di più

vacanzelandia NoiconVoiTOUR2021 IMMAGINE SITO 320x180

button gallery

button calendario

button meteo


button restiamo in contatto newsletter

Iscriviti alla Newsletter! 

GRATIS PER TE

le guide utili di vacanzelandi@


progettare area attrezzata camper

button restiamo in contatto newsletter

button vacanzelandia solutions attivita

Vai all'inizio della pagina