Menu

L'aggancio sicuro

aggancio sicuro caravan

È opinione diffusa che il traino di una caravan sia un’operazione pericolosa: al giorno d’oggi questa convinzione non ha alcun fondamento reale. Ovviamente è necessario porre attenzione in quel che si fa...

di Cesare Tomasini

Il traino sicuro è la risultante della corretta gestione di quattro fattori: la trattrice, il rimorchio, l’aggancio e lo stile di guida. Di seguito vediamo qualche considerazione su ognuno di questi fattori.

La trattrice

aggancio sicuro caravan 04

Le automobili del giorno d’oggi hanno tutto ciò che serve per trainare una caravan in modo sicuro: i telai e le sospensioni sono studiati con cura, i pneumatici hanno misure sovrabbondanti e i freni sono adeguati, i motori erogano potenza da vendere; in più il tutto è controllato e gestito da un’elettronica precisa e puntuale che aiuta l’autista ad affrontare la gran parte delle situazioni pericolose che si presentano nel corso di un viaggio con la caravan al seguito.
Tutto quello che abbiamo detto è valido per mezzi in ordine: attenzione, non “nuovi” ma “in ordine”. Per capirci: un’auto nuova fiammante con pressione errata dei pneumatici si comporterà peggio di una macchina usata con gomme alla giusta pressione. Quindi particolare attenzione alle ruote, che sono il mezzo che ci tiene legati alla strada; leggendo il manuale d’uso della vettura noterete che per il traino molto spesso viene richiesto un aumento della pressione: non sottovalutate questa indicazione perché può fare la differenza. Oltre a questo verificate l’usura dei pneumatici e il loro tipo (estivi/invernali): devono essere adeguati e con un po’ di margine in più del normale perché qualsiasi deroga su questo fronte può costare cara.
Altro punto da non sottovalutare sono i freni: è meglio avere in ordine i freni rispetto al motore perché, in fin dei conti, è meglio fermarsi che non riuscire a farlo.
Con questo non sto dicendo di trascurare il propulsore, perché una sua debacle può oggettivamente rovinare le vacanze e, in qualche caso, anche creare situazioni di pericolo: quindi i soliti controlli e, nel dubbio, qualche sostituzione anticipata (oli, filtri) soprattutto se si è pianificato un viaggio impegnativo sotto il profilo altimetrico, chilometrico o anche semplicemente termico. Un cenno veloce al famigerato filtro antiparticolato dei diesel moderni: se avete un minimo dubbio sulla sua funzionalità parlatene con il vostro meccanico di fiducia perché un motore funziona bene se è ben bilanciato il flusso tra l’ingresso (aria, carburante) e l’uscita (gas di scarico).

Il rimorchio

aggancio sicuro caravan 01

Le caravan sono solitamente molto più longeve delle automobili e quindi dare consigli che vadano bene per un mezzo del 1980 come per uno del 2019 è più complesso; detto ciò, ci sono punti che valgono in assoluto per qualsiasi roulotte e riguardano anche qui le ruote e poi il bilanciamento del carico. Per la prima parte, vi invito a ragionare su una cosa tanto ovvia quanto poco considerata: la stragrande maggioranza delle caravan hanno due ruote, non quattro. Questo significa che l’esplosione di un pneumatico avrà un effetto più drammatico che su un’automobile e che il peso del rimorchio graverà su due ruote, non su quattro come per le vetture; aggiungo che spesso i mezzi passano mesi e mesi (se non anni) rimessati nello stesso posto e quindi in questi casi i pneumatici saranno quasi certamente ovalizzati. Diretta conseguenza di queste considerazioni, che dovrebbero essere ovvie, è che le gomme devono essere la nostra prima preoccupazione: è buona norma cambiarle ogni quattro anni anche se sembrano nuove di zecca, l’indice di carico deve essere tale da supportare un po’ più della metà del peso della caravan e la pressione deve essere controllata tutte le volte che si intraprende un viaggio.
Solo dopo essere tranquilli sullo stato delle “scarpe”, passiamo alla telaistica: freni, assale e testa d’aggancio. I freni vanno verificati sia come funzionalità del sistema a repulsione, sia come stato di ferodi. Per il repulsore la prova è semplice e la possiamo fare da soli, mentre per i ferodi meglio affidarsi ad officine specializzate in rimorchi che possono anche farsi carico dell’assale: diversamente dalle automobili, nelle caravan le molle sono costituite da barre di torsione che vanno sostituite di tanto in tanto, mentre gli eventuali ammortizzatori sono più semplici da testare.
La testa d’aggancio può comprendere il sistema antisbandamento: attenzione alla sua funzionalità e comunque sostituire le teste d’aggancio qualora presentino pesanti segni di corrosione o dubbi sulla funzionalità.
Tutto quanto esposto non vale un granché se poi sovraccarichiamo la caravan o la carichiamo male: sul primo punto c’è poco da dire, facciamo mente locale al fatto che andiamo in vacanza, forse non è necessario prendere con sé l’universo mondo. Per la disposizione del carico, invece, ricordiamoci che la maggior parte del peso dovrebbe essere concentrato al centro esatto del rimorchio, a livello del pavimento: ora, nella maggior parte delle caravan in quella posizione troviamo un corridoio… quindi usiamo il buonsenso, magari mettendo oggetti pesanti nel baule dell’auto.

L’aggancio

aggancio sicuro caravan 02

Importantissimo per la sicurezza è il momento dell’aggancio: se tutto è stato fatto a regola d’arte possiamo stare tranquilli per tutta la durata del viaggio. L’accoppiamento meccanico è concettualmente semplice, quello che può creare situazioni di pericolo è la distrazione o la superficialità nel compiere le poche operazioni necessarie: quindi un aggancio sicuro necessita prima di tutto di calma e metodicità e poi di un controllo sistematico di quanto fatto. Il mio consiglio personale, derivato anche dalla mia attività professionale, è di farsi una lista di controllo (alla fine sono poche voci) e di farla spuntare a chi non ha agganciato ovvero, nella gran parte dei casi, al paziente passeggero del sedile anteriore destro.
Anche per la parte elettrica è indispensabile un controllo della funzionalità del sistema, a maggior ragione perché le lampadine dei fanali potrebbero non essere funzionanti a causa delle ossidazioni; luci, stop, freccia destra e freccia sinistra, sono controlli tanto veloci e banali quanto importanti e da ripetersi ogni volta si agganci un rimorchio!
A questo punto una controllata veloce alla chiusura di porte, finestre, mobili e gavone e, intanto che ci siete, buttate un occhio anche ai piedini di stazionamento… magari ve li siete dimenticati giù… capita …
Tutto questo può sembrarvi palloso ma una volta fatto state tranquilli!

Lo stile di guida

aggancio sicuro caravan 03

Prima considerazione (ovvia): siete in vacanza. Seconda considerazione (altrettanto ovvia): avete un oggetto abbastanza ingombrante e pesante attaccato dietro alla macchina. Se iniziate col rendervi conto dell'evidenza di queste due cose, beh siete già a metà dell'opera!
Quindi niente fretta, nessuna velleità sportiva, viaggiate a limite e godetevi paesaggio e vacanza, la guida sicura con la caravan parte proprio da qui. Riducete al minimo l'eventualità di manovre d'emergenza, non distraetevi con cellulari, navigatori e radio che possono essere tranquillamente maneggiati dalla persona al vostro fianco. Ricordatevi sempre che gli spazi di frenata si allungano, che voi stessi siete molto più lunghi e larghi del solito, quando sorpassate bici o pedoni mettete la freccia e lasciate un congruo spazio tra voi e quelli che sorpassate. Nelle lunghe discese affidatevi per quanto possibile al freno motore e quando frenate evitate di tenere il piede sul pedale per lungo tempo spingendo poco: i freni in quel modo tendono a surriscaldarsi e quindi meglio frenate brevi e decise.
A proposito delle frecce una raccomandazione che dovrebbe essere inutile ma che purtroppo al giorno d'oggi non lo è più: USATELE! chi vi segue non può sapere cosa vi stia accadendo perché la caravan copre completamente la visuale quindi siete voi a doverglielo segnalare nel modo più completo possibile.
Purtroppo l'automobilista medio ha il terrore di rimanere imbottigliato dietro ad una roulotte quindi aspettatevi che qualcuno vi tagli la strada, magari poi per mettersi ad andare più piano; molti poi tenteranno sorpassi anche azzardati pur di non avervi più tra i piedi e allora, se vedete la fila aumentare alle vostre spalle, trovate uno slargo nel quale fermarvi e consentire agli altri utenti di sorpassarvi in tutta sicurezza. Scoprirete anche che i camionisti hanno una pazienza infinita e vi troverete a solidarizzare con loro.
Insomma, usate la testa e la sicurezza ne guadagnerà esponenzialmente! Vedrete che scoprirete un modo molto più rilassante di viaggiare (nonostante ciò che avete attaccato dietro) e vi godrete molto di più le vostre vacanze.

Potrebbe interessarti anche

Libro: LA CARAVAN, chitarra del plein air - Una guida ragionata per riscoprire la roulotte

Torna a Il tendalino di Cesare

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

button restiamo in contatto newsletter

GRATIS PER TE

la guida utile
"COME SCEGLIERE IL CAMPER"

Seguici su

facebook twitter you tube instagram

button gallery

button calendario

button meteo

button restiamo in contatto newsletter

GRATIS PER TE

la guida utile
"COME SCEGLIERE IL CAMPER"

SEI UN'AZIENDA? CLICCA QUAbutton vacanzelandia solutions attivita

progettare area attrezzata camper

button restiamo in contatto newsletter

button vacanzelandia solutions attivita

Vai all'inizio della pagina