Menu

Il terremoto, le tende e la storia delle uova

uova_fresche

 

Cento (FE), 4 giugno 2012

di Marzia Mazzoni

cento_terremoto_tende_1Nel giorno dedicato a lutto nazionale per ricordare le vittime del terremoto, vorremmo raccontarvi una storia, non quella che le cronache giornalistiche offrono, ma quella della gente, una storia semplice e molto vicina a noi.
Noi di Vacanzelandi@ i giorni scorsi ci siamo interessati; e tutt'ora lo stiamo facendo, per acquistare tende a prezzi scontati per chi volesse trovare un rifugio “sicuro”. Abbiamo girato vari produttori del Nord Italia per poter scegliere e accontentare le esigenze delle persone che ci hanno telefonato, perché all'interno delle tende non avrebbero soggiornato persone esperte del plein air, ma anziani, bambinicento_terremoto_tende_2, invalidi, famiglie.....Ci siamo offerti, vista la nostra esperienza, anche di aiutare le persone a montare le tende, perché ad alcuni potrebbe sembrare la cosa più semplice del mondo, ma chi non ha mai avuto questo tipo di esperienza si è trovato impreparato. Da qui è nata la “storia delle uova” che abbiamo così voluto così chiamare. Siamo stati a montare tende tra le province di Modena, Ferrara e al confine di Bologna. A casa di famiglie che hanno perso tutto, oppure disperate perché la casa è in piedi ma piena di crepe o inagibile, o anche di persone terrorizzate che hanno la casa integra ma non si fidano più di notte ad entrare e dormire nel proprio letto, l'incubo del buio e l'avvertire le scosse acuisce il nero delle tenebre della notte.
cento_terremoto_tende_3Sono famiglie semplici, come noi, che oltre alla paura, alla disperazione, al terrore hanno riscoperto la semplicità e la condivisione di vivere all'aperto insieme ad altri: amici, vicini di casa, parenti, tutti accomunati dallo stesso denominatore “la paura del terremoto”. Paesi, frazioni, campagne, cittadine trasformate in “città-campeggio” (ci piace di più questo termine, che definirle in maniera spregevole “tendopoli”), dove si avverte come nei camping quei principi di solidarietà e semplicità, tavolate comuni dove ognuno porta quello che ha e alla sera si “divide” la paura del terremoto dormendo vicini nelle tende, nei camper, nelle caravan.
Ma perché l'abbiamo voluta chiamare la “storia delle uova”? Perché molte persone che abbiamo aiutato a montare le tende, ci hanno donato alcune uova fresche in segno di ringraziamento, uova prese dal loro pollaio che è rimasto in piedi, un gesto dal sapore antico, antico come i valori che abbiamo ritrovato in questo tragico periodo, principi morali che avevamo affievolito dalla frenesia della vita........ne abbiamo accumulate un numero cospicuo e sono il simbolo del dono, ma anche della rinascita e della nuova vita di un popolo in ginocchio, ma che vuole ricominciare a sperare.

Ritorneremo nei prossimi giorni a parlare di vacanze all'aria aperta....il primo segno della rinascita!


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

button restiamo in contatto newsletter

GRATIS PER TE

la guida utile
"COME SCEGLIERE IL CAMPER"

Seguici su

facebook twitter you tube instagram

button gallery

button calendario

button meteo

button restiamo in contatto newsletter

GRATIS PER TE

la guida utile
"COME SCEGLIERE IL CAMPER"

SEI UN'AZIENDA? CLICCA QUAbutton vacanzelandia solutions attivita

progettare area attrezzata camper

button restiamo in contatto newsletter

button vacanzelandia solutions attivita

Vai all'inizio della pagina