Menu

Caravan Security

caravan security

Prevenzione ai furti in roulotte e campeggio - qualche consiglio utile

di Cesare Tomasini

Sono veramente pochi i termini nei quali la lingua inglese è più articolata della lingua italiana: uno di questi riguarda la SICUREZZA che nella lingua d’oltremanica può assumere l’accezione di SAFETY o quella di SECURITY; nel primo caso ci riferiamo prevalentemente alla sicurezza come prevenzione dei rischi da incidente, mentre nel secondo poniamo l’accento sulla sicurezza da azioni criminali.


Nell’ultimo articolo abbiamo parlato quindi di SAFETY (se l'avete perso, potete leggerlo QUI) perciò pensavo oggi di affrontare la SECURITY in caravan, ma anche in camper o tenda visto che la vulnerabilità è molto simile. Come sempre chi scrive non è il Padreterno e neppure Sai Baba o un altro santone per cui tutto ciò che tratterò è opinabile ed espresso nella speranza di far girare un po’ le rotelle (speriamo solo quelle!): ogni aggiunta, idea, suggerimento o critica è quindi benvenuta!

Security in viaggio

Oggigiorno è impensabile andare in ferie senza avere con noi una pletora di oggetti tanto costosi quanto desiderabili: smartphone, macchine fotografiche, computer con relativi accessori, talora televisori ecc. Questa cosa la sappiamo tutti e quindi la sanno anche i malintenzionati. Questi ultimi sanno anche che dopo qualche ora di viaggio la natura si fa sentire sotto forma di bisogni primari (altro che smartphone!) e quindi arrivati in autogrill essi sanno benissimo che la corsa ai bagni e al bar è irrefrenabile. In quei pochi minuti i ladri possono agire indisturbati e rovinarci sicuramente le vacanze, allora cosa potremmo fare noi per evitare questo?

La risposta più semplice è fare i turni: prima vai tu, magari con i ragazzi, poi vado io. Si perderà un po’ di tempo, è vero, ma meglio che trovarsi il mezzo “ripulito”.

Se si è soli, invece? Io adotto la strategia di entrare nell’antiporta dell’autogrill, attendere un mezzo minuto e poi riapparire per andare a controllare che nessuno si sia avvicinato al mezzo; è una cosa che non fa nessuno e quindi ci sono buone speranze che il malintenzionato, dopo averci tenuti d’occhio, si sia messo all’opera immediatamente non sapendo per quanto tempo saremo impegnati all’interno: in questo caso faremmo in tempo a sventare il tentativo

Per quanto riguarda i rimorchi quindi caravan, carrelli tenda o carrelli con imbarcazioni è sempre utile avere un antifurto da applicare alla testa di aggancio; è vero che i modelli in commercio sono facilmente apribili da un ladro esperto ma, appunto, il ladro deve essere esperto mentre a non avere questi dispositivi chiunque, anche il personaggio più sprovveduto, può semplicemente sganciare dalla vostra auto e agganciare alla sua: non sarebbe una bella sorpresa!
A questo proposito vi ricordo di portare sempre con voi i documenti del rimorchio perché, diversamente dalle vetture, questi non sono soggetti a certificato di proprietà (il vecchio “foglio complementare”) e quindi è più semplice per un malintenzionato sgravarvi dal possesso della vostra amata caravan.
In caso poi di pernotto on the road sarà bene integrare la serratura della roulotte con qualcosa di più sicuro e magari non sostare in autostrada ma in qualche paese tranquillo, per esempio in prossimità della locale stazione delle forze dell’ordine.

Security in campeggio

Arrivati in campeggio siamo certamente più sicuri che su strada, ma conviene non abbassare la guardia; chi scrive in 29 anni di campeggio ha subito 2 furti: quindi in percentuale non mi è andata malissimo ma sarebbe andata meglio non subire neppure un furto! In un caso purtroppo fummo poco prudenti: dopo un viaggio lungo e pesante i miei figli lasciarono in vista sui sedili i loro giochi elettronici e tanto bastò per causare una visita nottetempo che mi costò non solo i loro giochi ma anche tutta la mia attrezzatura fotografica che era nel bagagliaio del mezzo. Sarebbe bastato trasbordare macchine ed obiettivi nella roulotte, sotto i nostri letti ma tant’è.
Quindi anche in campeggio evitiamo di lasciare in vista oggetti che possano tentare eventuali mariuoli: un ottimo sistema per conservare le cose di valore è riporle nei gavoni sotto i nostri letti, a meno che non sia presente un portello di accesso dall’esterno.

Comunque anche in campeggio evitiamo di pubblicizzare la presenza di oggetti interessanti per i ladri; mi capita sovente di vedere persone utilizzare computer di pregio, spesso di costo superiore a 1000 euro, all’aperto sul tavolino o in grembo sulle poltroncine: se proprio non ne possiamo fare a meno per questioni professionali, almeno abbiamo l’accortezza di ritirarci all’interno, in dinette e con gli oscuranti opportunamente abbassati. Tra l’altro lo sviluppo degli smartphone negli ultimi anni permette di effettuare praticamente tutto ciò che vogliamo utilizzando questi comodissimi dispositivi. Volendo proprio affidarci ai portatili, almeno scegliamo di utilizzare oggetti molto economici come i Chromebook o i laptop cinesi di base.

A proposito di Smartphone, evitiamo di lasciarli incustoditi sui tavolini o sulle sedie, lo stesso vale per le console portatili dei nostri figli. Insomma, cerchiamo di non essere esibizionisti e di stare attenti e ridurremo le probabilità di subire furti.

Un discorso a parte vale per i campeggiatori in tenda o carrello tenda: in questi casi è chiaro che tenere denaro o cellulari al riparo di un telo non è una strategia vincente, per usare un giro di parole. Se avete un carrello considerate la possibilità di installare una piccola cassaforte, di quelle in vendita nei brico: non sono il massimo della sicurezza se li mettete in casa, ma in un campeggio sono sicuramente molto efficaci perché spiazzano l’eventuale ladruncolo che si aspetta di avere vita facile. Anche in questo caso, però non pubblicizzate la cosa e ricordate sempre che la sorpresa è l’arma più potente che abbiamo!

In tenda non abbiamo alternative al lasciare i beni di valore in auto e allora a maggior ragione evitiamo di mostrare i nostri gioielli; per quanto riguarda il denaro e i documenti, invece, è importante non lasciarli nelle tasche dei pantaloni o nelle borsette ma tenerli in modo che siano raggiungibili solo svegliandovi, oppure … in qualsiasi altro modo possa sviluppare la vostra fantasia, sempre considerando quello che si diceva prima: la sorpresa è l’arma più potente che abbiamo.

Spero che questo rapido excursus possa essere stato di interesse e soprattutto vi abbia stimolato un po’ di curiosità e di sana prudenza: quando noi siamo in ferie e cerchiamo relax, purtroppo c’è chi lavora sodo!

Come detto, ogni contributo ed esperienza può aiutare altre persone ad evitare situazioni davvero spiacevoli, quindi non siate timidi e commentate.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

button restiamo in contatto newsletter

GRATIS PER TE

la guida utile
"COME SCEGLIERE IL CAMPER"

Seguici su

facebook twitter you tube instagram

button gallery

button calendario

button meteo

button restiamo in contatto newsletter

GRATIS PER TE

la guida utile
"COME SCEGLIERE IL CAMPER"

SEI UN'AZIENDA? CLICCA QUAbutton vacanzelandia solutions attivita

progettare area attrezzata camper

button restiamo in contatto newsletter

button vacanzelandia solutions attivita

Vai all'inizio della pagina